Notizie su mercato immobiliare ed economia

Acquisto auto con legge 104, quali sono le agevolazioni previste

mohamed Hassan da Pixabay
mohamed Hassan da Pixabay
Autore: Redazione

Le persone affette da grave disabilità possono fruire di importanti agevolazioni fiscali per comprare una macchina. Vediamo, nel dettaglio, come funziona l’acquisto di un’auto con legge 104 e in quali casi si ha diritto all’Iva agevolata, alla detrazione Irpef e all’esenzione dal pagamento del bollo auto.

Requisiti per acquisto auto legge 104

Prima di tutto, è bene specificare che l’acquisto auto con legge 104 è previsto solo per alcune categorie di disabili gravi. La stessa Agenzia delle Entrate ha individuato i requisiti che danno diritto all’agevolazione fiscale che spetta solo a:

  • non vedenti e sordi;
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell'indennità di accompagnamento;
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Quindi, per beneficiare delle agevolazioni fiscali previste per l’acquisto auto con legge 104) è necessario che dai verbali di invalidità o di handicap risulti l’espresso riferimento alle fattispecie previste dal legislatore (e quindi anche delle condizioni per accedervi quali adattamento dei veicoli obbligatorio o meno).

Non solo, perché per l’acquisto auto con legge 104 sono previsti anche dei parametri di reddito. Se il portatore di handicap è fiscalmente a carico di un suo familiare (possiede cioè un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro o a 4.000 euro, dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni), può beneficiare delle agevolazioni lo stesso familiare che ha sostenuto la spesa nell'interesse del disabile.

Detrazione Irpef acquisto auto legge 104

Ma entriamo anche nel dettaglio delle agevolazioni previste per l’acquisto di un’auto con legge 104. Il disabile che compra una vettura (senza limiti di cilindrata, sia nuove che usate) ha diritto a una detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta, che va però calcolata su una spesa massima di 18.075,99 euro.

La detrazione Irpef per acquisto auto con legge 104 spetta una sola volta (cioè per un solo veicolo) nel corso di un quadriennio (decorrente dalla data di acquisto). È possibile riottenere il beneficio, per acquisti effettuati entro il quadriennio, solo se il veicolo precedentemente acquistato viene cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA), perché destinato alla demolizione.

In caso di trasferimento del veicolo, a titolo oneroso o gratuito, prima che siano trascorsi due anni dall'acquisto, è dovuta la differenza fra l'imposta dovuta in assenza di agevolazioni e quella risultante dall'applicazione delle stesse.

Iva agevolata acquisto auto legge 104

È applicabile l'Iva al 4%, anziché al 22%, sull'acquisto di auto nuove o usate con legge 104. L'aliquota agevolata si applica solo per gli acquisti effettuati direttamente dal disabile o dal familiare di cui egli è fiscalmente a carico (o per le prestazioni di adattamento effettuate nei loro confronti). È valida per auto che abbiano cilindrata fino a:

  • 2.000 centimetri cubici, se con motore a benzina o ibrido;
  • 2.800 centimetri cubici, se con motore diesel o ibrido;
  • di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico.

L'Iva ridotta al 4% è applicabile anche:

  • all'acquisto contestuale di optional;
  • alle prestazioni di adattamento di veicoli non adattati, già posseduti dal disabile (e anche se superiori ai citati limiti di cilindrata);
  • alle cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l'adattamento.

L'agevolazione dell'Iva ridotta al 4% è prevista anche per l'acquisto auto con legge 104 in leasing, a condizione, però, che il contratto di leasing sia di tipo "traslativo". In sostanza, è indispensabile che dalle clausole contrattuali emerga la volontà delle parti di trasferire all'utilizzatore la proprietà del veicolo, mediante il riscatto, da esercitarsi al termine della durata della locazione finanziaria.

In questa ipotesi, come precisato dall'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 66/E del 20 giugno 2012, la società di leasing potrà applicare l'aliquota agevolata sia sul prezzo di riscatto sia sui canoni di locazione finanziaria.

Esenzione bollo e passaggio di proprietà

Inoltre, i veicoli destinati al trasporto o alla guida di disabili sono esentati anche dal pagamento dell'imposta di trascrizione al PRA dovuta per la registrazione dei passaggi di proprietà. L'esenzione non è prevista per i veicoli dei non vedenti e dei sordi.

È possibile anche essere esentati dal pagamento del bollo auto. L'esenzione spetta sia quando l'auto è intestata al disabile sia quando l'intestatario è un familiare del quale egli è fiscalmente a carico. L'ufficio competente per la concessione dell'esenzione è l'ufficio tributi dell'ente Regione. Nelle regioni in cui tali uffici non sono stati istituiti l'interessato può rivolgersi all'ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate. Per la gestione delle pratiche di esenzione alcune regioni si avvalgono dell'Aci.

Etichette
legge 104