Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imu case in affitto: saldo di dicembre fino all'80% più caro della prima rata

Autore: Redazione

Possedere una seconda casa per poi affittarla e avere così un reddito extra non è poi un affare così vantaggioso. Almeno se si guardano i dati di confedilizia relativi al pagamento del saldo imu. Sendo l'associazione, infatti, a dicembre i proprietari pagheranno per l'imposta sulla casa fino alll'80% in più rispetto a quanto pagato per la prima rata

Secondo i dati pubblicati, prendendo ad esempio un immobile di categoria a2 e 5 vani in una zona semiperiferica della capitale, a fronte di una prima rata di 503 euro, il proprietario che utilizza un affitto a canone concordato dovrà pagare una seconda rata pari a 900 euro, ovvero il 79% in più. E ciò dipende non solo all'incremento dell'aliquota fissata dal comune, dal 7,6% al 10,6%, ma anche all'aumento del 60% della base imponibile, dovuto alla variazione del moltiplicatore da applicare alla rendita catastale. Caso contrario, la città di Milano dove per effetto della diminuizione dell'aliquota dal 7,6% al 6,5%, la seconda rata sarà di 399 euro rispetto alla prima di 560 euro

Per i contratti liberi, e per la stessa tipologia di immobile, l'aumento nella capitale continuerà ad essere del 79%, mentre nella capitale lombarda, rispetto a una prima rata di 560 euro, la seconda rata sarà pari a 856 euro, con un aumento del 53%

 

Se devi calcolare l'imu dovuta per i tuoi immobili, qui trovi il nostro calcolatore: calcolo imu