Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imu batte tasi per 3,8 miliardi contro due, nel 2014 nessun aggravio per la prima casa

Autore: Redazione

L'arrivo della tasi, tassa comunale sui servizi indivisibili
, Non comporterà nessun aggravio fiscale per la prima casa, anzi il balzello sull'abitazione principale diminuirà considerevolmente rispetto a quello previsto con l'imu. A dirlo è stata una nota del mef, ministrero delle finanze, seconda la quale imu 2014 batte tasi 2014 per 3,8 miliardi contro due

Secondo il ministero "il gettito complessivo dell'imu ad aliquota di base (4 per mille) e detrazione base sarebbe stato pari a 3,8 miliardi.  Con la tasi - - calcolata ad aliquota base (1 per mille) e senza detrazioni, il gettito risulta di 1,7 miliardi a cui vanno sommati 100 milioni di euro a titolo di imu per le sole abitazioni principali di lusso (categorie catastali a1, a8 e a). Nel complesso risulterà un minor prelievo sull'abitazione principale stimato in circa 2 miliardi"

La nota ricorda nella legge di stabilità è previsto inoltre lo stanziamento di 500 milioni in euro per finanziare l'introduzione di detrazioni dalla tasi per l'abitazione principale. "Di fatto - prosegue la nota- il gettito della tassa sui servizi ad aliquota di base si riduce da 1,7 miliardi a 1,2 miliardi di euro, con l'utilizzo integrale delle predette risorse. Anche nel caso di aliquota al 2,5 per mille, l'inserimento di detrazioni finanziate per 500 milioni porterà a un minore onere fiscale"

“Il confronto tra imu e tasi – concludono dal dicastero dell'economia - non tiene poi conto della maggiorazione tares servizi indivisibili, pari a 30 centesimi/mq, gravante nel 2013 su tutti gli immobili comprese le abitazioni principali e abrogata contestualmente all'introduzione della tasi"

Dal ministero sottolineano che l'effeto sui singoli contribuenti dipenderà in ogni caso dalle modalità specifiche di applicazione delle aliquote e delle detrazioni che deciranno in piena autonomia i comuni"