Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le Aliquote Tasi e Imu per la prima rata del 2015

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tutte le ultime news su Tasi e Imu 2015.

Meno di una settimana e una nuova scadenza fiscale incomberà su larga parte degli italiani. Il 16 giugno i proprietari di seconde case e di prime case di lusso saranno chiamati a versare l'Imu, mentre i proprietari di prime case e gli affittuari, la Tasi. Ma vediamo quali sono le aliquote stabilite per quest'anno nei vari comuni.

Aliquote Tasi 2015

La Tasi (la Tassa sui servizi indivisibili) almeno per quest'anno conserva la medesima denominazione di quello passato e, in gran parte dei casi, anche stesse aliquote e detrazioni. Ma su quelle ogni comune si regola a modo proprio ed è bene per ognuno controllare se ci siano state variazioni rispetto allo scorso anno. Lo si può fare agevolmente, grazie a un motore di ricerca messo a punto dal Mef

 

L'aliquota massima è pari al 3,3 per mille della base imponibile (rendita catastale rivalutata e moltiplicata per un coefficiente). Ad applicarla è un terzo dei comuni capoluogo. La media, sempre dei comuni capoluogo, è invece pari al 2,65, mentre quella complessiva di tutti i comuni è pari all’1,95 per mille.

Per il momento, perché sono circa 1.200 i comuni che hanno già predisposto nuove aliquote per il 2015. Gli altri possono ancora farlo, entro il 21 ottobre (il conguaglio si pagherà, comunque, a dicembre).

Pagamento Imu 2015

Stessa data, il 16 giugno, è scadenza anche per un altro tributo locale. L'Imu, l'imposta municipale sugli immobili, ancora in testa a circa 70mila persone in tutto. Si tratta dei proprietari di case di pregio (categoria A1), ville (A8) e castelli (A9). A questi si aggiungono i soggetti destinatari della controversa Imu sui terreni agricoli, secondo la nuova normativa introdotta a marzo.

Vediamo ora nel dettaglio la situazione in alcuni dei principali capoluoghi di regione.

Aliquote Comune di Milano

L'aliquota Tasi per la prima casa è al 2,5 per mille. Assai articolato il sistema delle detrazioni. Per una rendita catastale fino a 300 euro, vengono tolti 115 euro, a prescindere dal reddito. Col salire della rendita, la detrazione spetta solo sotto i 21mila euro di reddito.  Spettano 112 euro per rendite fino a 350 euro, 99 euro per rendite tra i 351 e i 400 euro, 87 euro per rendite da 401 e 450 euro, 74 euro per rendite da 451 a 500 euro, 61 euro per rendite da 501 a 550 euro, 49 euro per rendite da 551 a 600 euro, 24 euro per rendite da 601 a 700 euro. Le detrazioni svengono incrementate di 20 euro, fino a un massimo di 60, per ogni figlio minore di 26 anni. L'aliquota Imu è al 10,6 per mille.

Aliquote Imu e Tasi Comune di Torino

L'aliquota Tasi è massima: 3,3 per mille. Le detrazioni sono paro a 110 euro per ogni immobile con rendita catastale fino a 700 euro, più 30 euro per ogni figlio minore di 26 anni. Aliquota Imu al 10,6 per mille.

Aliquote Tasi e Imu Genova

Anche nella città della lanterna aliquota al 3,3 per mille. Le detrazioni sono pari a 114 euro, più 25 euro per ogni figlio minore di 26 anni per immobili con rendita catastale fino a 500 euro, 80 euro più 20 euro per ogni figlio minore di 26 anni per immobili con rendita catastale fino a 700 euro, 50 euro più 15 euro per ogni figlio minore di 26 anni per immobili con rendita catastale fino a 900 euro, 50 euro più 15 euro per ogni figlio minore di 26 anni per immobili con rendita catastale oltre i 900 euro e reddito Isee inferiore a 15 mila euro. L'aliquota dell'Imu è pari al 7,6 per mille.

Aliquote Tasi e Imu Roma

Nella Capitale l'aliquota sulla prima casa è al 2,5 per mille. Con una rendita catastale fino a 450 euro si ha una detrazione di 110 euro, tra i 451 a 650 euro scende a 60 euro, tra i 651 e i 1.500 euro si ha una detrazione di 30 euro. Sopra tale soglia non spetta più nulla. Aliquota Imu al 10,6 per mille.

Aliquote Comune di Napoli

Aliquota massima anche in terra partenopea: 3,3 per mille. Le detrazioni sono pari a 150 euro per immobili con rendita catastale fino a 300 euro, di 100 euro per immobili con rendita al di sopra dei 300 euro. Aliquota Imu al 10,6 per mille.