Notizie su mercato immobiliare ed economia

Rottamazione bis cartelle ex Equitalia, l’ipotesi allo studio dell’esecutivo

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Una rottamazione bis delle cartelle ex Equitalia potrebbe entrare nella prossima legge di Bilancio. Per definire le misure da inserire nella manovra, prima è necessario verificare la disponibilità delle opportune risorse. Ma l’ipotesi è allo studio dell’esecutivo.

Si tratta ancora solo di un’ipotesi, ma – come evidenziato dal Sole 24 Ore – secondo alcuni tecnici, se il reperimento delle risorse necessarie per la manovra dovesse continuare a rivelarsi ostico, la definizione agevolata bis sarebbe quasi obbligata.

La rottamazione bis delle cartelle ex Equitalia potrebbe prendere il via con l’obiettivo di dare una seconda opportunità ai circa 400mila contribuenti rimasti fuori dalla prima rottamazione per errori formali o rate non pagate prevista dall’ultima manovra.

Ma non solo. L’intento sarebbe anche quello di rimpinguare le casse dello Stato e reperire risorse necessarie per dar vita alle misure per il 2018: coprire il taglio del cuneo, dare una spinta agli investimenti, rafforzare il fondo per il contrasto alla povertà e assicurare i fondi necessari ai mini-correttivi sulle pensioni e alle cosiddette spese indifferibili.

Il Sole 24 Ore ha poi sottolineato che uno dei punti fermi del pacchetto fiscale resta, al momento, l’estensione della fatturazione elettronica. L’idea è quella di rendere obbligatoria la fatturazione elettronica, oggi in vigore per i fornitori della Pubblica amministrazione, anche ai rapporti commerciali fra privati. Una misura che, secondo le prime stime, dovrebbe garantire 1,5-2 miliardi per poi salire progressivamente negli anni successivi.