Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quando scatta l’esenzione dal pagamento del bollo auto

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

In alcuni casi, gli automobilisti non sono tenuti al pagamento del bollo auto. Vediamo in quali casi è prevista l’esenzione, dalle macchine ibride fino ai permessi per disabili e con quali limiti.

Innanzitutto vige l’esenzione dal pagamento del bollo auto per le vetture intestate a cittadini che possono avvalersi della legge 104. I requisiti e i limiti sono gli stessi previsti per usufruire dell’Iva al 4% in caso di acquisto di un’auto. L’esenzione del bollo auto si applica quindi alle vetture a benzina fino a 2.0 litri di cilindrata ed alle vetture diesel sino a 2.8 00 centimetri cubici. Nel dettaglio sono esentati dal pagamento del bollo auto:

  • i disabili non vedenti o sordi come risultante dalle certificazioni rilasciate da Commissioni mediche pubbliche di accertamento;
  • i disabili pluriamputati o con gravi limitazioni della capacità di deambulare, affetti da handicap grave di cui al comma 3, dell’art. 3 della legge n. 104 del 1992, come risulta dalla certificazione rilasciata dalla Commissione medica ASL;
  • disabili psichici o mentali (di gravità tale da fruire dell’indennità di accompagnamento) affetti da handicap grave di cui al comma 3, dell’art. 3 della legge n. 104 del 1992, come risulta dalla certificazione rilasciata dalla Commissione medica ASL.

Per richiedere l’agevolazione basta compilare un modulo esenzione bollo auto legge 104. La richiesta può essere presentata anche dai familiari del disabile se fiscalmente a carico (purché il reddito complessivo annuo non superi 2.840,51 euro) e  spetta solo per uno dei veicoli posseduti, anche nel caso in cui al disabile, o un suo parente, genitore o figlio, sia intestata più di un’auto.

Per quanto riguarda le auto ibride, a metano o gpl l’esenzione viene decisa a seconda delle regioni. L’esenzione dal bollo auto, invece, è prevista  per le mini car. Stesso discorso anche per le auto storiche, ovvero quelle con più di 30 anni, in questo caso l’esenzione è automatica e si paga solo la tassa di circolazione forfettaria (28,40 euro) se messe su strada. Per i veicoli ultraventennali si paga il bollo ridotto del 50%.