Notizie su mercato immobiliare ed economia

Credito d'imposta per i canoni di locazione 2021, via libera anche a chi paga in ritardo

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate sul credito d'imposta per i canoni di locazione 2021. Ecco quanto spiegato.

Con la risposta n. 263, l'Agenzia delle Entrate ha sottolineato che la società che effettua nel 2021 il versamento della quota dei canoni relativi al 2020 non ceduta al locatario matura il diritto alla fruizione del credito d'imposta per i canoni di locazione a uso non abitativo e affitto d'azienda.

Nel caso esaminato dall'Agenzia delle Entrate, una Srls che si è costituita nel 2019 ha fatto sapere che, a causa dei provvedimenti emanati a seguito dell'emergenza coronavirus, da febbraio 2020 non ha potuto esercitare l'attività e non ha versato i canoni di locazione per i mesi oggetto di agevolazione, procedendo al pagamento dei canoni nel 2021. All'Agenzia delle Entrate è stato dunque chiesto che se c'è la possibilità di fruire del credito d'imposta per i canoni di locazione 2021 previsto dall'articolo 28 del decreto Rilancio e dall'articolo 8 del decreto Ristori.

Secondo quanto sottolineato dall'Agenzia delle Entrate, il pagamento nel 2021 dei canoni di locazione riguardanti i mesi agevolabili dà diritto alla fruizione del relativo credito d'imposta. E' dunque possibile accedere al credito d'imposta sui canoni di locazione commerciale in caso di pagamento in ritardo avvenuto nel corso del 2021. Non ci sono vincoli temporali, la possibilità di beneficiare del credito d'imposta per i canoni di locazione 2021 sia se il pagamento dei canoni è stato effettuato in anticipo sia se viene effettuato in ritardo.