Notizie su mercato immobiliare ed economia

Covid-19 e l'impatto sul real estate globale secondo Savills

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Secondo Savills il sentiment degli operatori immobiliari globali sull’impatto del Covid-19 sul settore è prevalentemente negativo.

Il sondaggio Savills evidenzia quale sia l’impatto percepito dell’emergenza coronavirus su variabili quali le transazioni immobiliari e il tasso di occupazione: nel 67% tale impatto è moderatamente negativo, per il 29% si tratta di un sentiment gravemente negativo.

Per quanto riguarda il mercato dei capitali, si registrano transazioni in calo nel 62% dei settori immobiliari globali, in particolare nel commercio al dettaglio e negli hotel, dove il calo va oltre l’80%.

Quanto ai prezzi, i locali commerciali hanno visto un calo nell’82% dei Paesi tranne in Portogallo, Cina, Vietnam e Malesia mentre sono rimasti invariati nei settori residenziale e non residenziale, in particolare uffici e logistica. Quest’ultima in particolare nel 57% dei Paesi non vede cambiamenti se non in un aumento delle transazioni anche e soprattutto a causa di quanto è legato alle forniture sanitarie.

Per quanto riguarda gli uffici, anche in questo caso la domanda di spazi è scesa nel 70% dei Paesi solo moderatamente (forte calo per il 13% dei Paesi). Stesso andamento, solo moderatamente negativo, per il residenziale.

Male invece il settore alberghiero, con il 95% dei rispondenti che hanno registrato cali nella domanda a causa dello stop allo spostamento delle persone. Per quanto riguarda la vendita al dettaglio è il 74% dei Paesi a trovarsi con valori in calo.

Per quanto riguarda le locazioni, eventuali incentivi potrebbero impedire un crollo nei valori, in particolare per quanto riguarda uffici e logistica.