Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ferie non godute, quando si perdono

La sentenza del Tar della Valle d’Aosta
Cosa dice la sentenza del Tar della Valle d’Aosta / Gtres
Autore: Redazione

Una sentenza pubblicata dalla sezione unica del Tar della Valle d’Aosta è intervenuta in tema di ferie non godute e ha spiegato in quale caso si perdono. Vediamo quanto precisato.

Secondo quanto precisato dal Tar della Valle d’Aosta – e riportato da Italia Oggi – il dipendente pubblico che non fruisce di proposito delle ferie le perde. In particolare, il datore di lavoro deve accertarsi del fatto che il lavoratore sia messo nelle condizioni di poter godere delle ferie, tutelate dall’Unione europea e dalla Costituzione, ma non può imporne la fruizione. Nel caso in cui, dunque, il datore di lavoro dimostri di aver messo in condizione il lavoratore di fruire delle ferie, ma questi non ne abbia usufruite, i giorni di riposo vengono persi.

Come sottolineato da Italia Oggi, che ha commentato la vicenda, “il datore deve essere trasparente nell’invitare il dipendente a utilizzare delle ferie annuali retribuite avvisandolo, in tempo utile e in modo accurato, che i giorni andranno perduti se non saranno sfruttati nel periodo di riferimento o di riporto autorizzato”.

Aggiungendo: “L’articolo 7 della direttiva 2003/88/Ce, tuttavia, non può essere interpretato nel senso di ritenere sussistente in capo l’obbligo al datore di disporre la fruizione: deve ritenersi legittimo sul piano costituzionale contemperare le opposte esigenze dell’amministrazione e dei dipendenti”.