Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui subprime, obama contro standard&poor's in una causa senza precedenti

Autore: Redazione

L'amministrazione degli stati uniti chiederà 5 miliardi di dollari a standard&poor's come risarcimento per i danni causati dalla bolla dei mutui subprime. Si tratta di un'azione legale senza precedenti, che ha trovato l'appoggio del presidente obama. Secondo il dipartimento di giustizia americano l'agenzia di rating avrebbe contribuito all'esplosione della crisi, attraverso l'assegnazione di valutazioni altissime, con lo scopo di attirare investitori, pur essendo a conoscenza dei rischi reali

"Spero che saremo già ricchi e fuori dal giro quando questo castello di sabbia sarà crollato. "Tra le prove che presenterà l'amministrazione americana vi sono mail e sms come questo, scritto da un analista di standard%poor's a un collega. Il dipartimento di giustizia ha infatti analizzato un milione di mail prima di intraprendere la clamorosa azione legale

Dalla documentazione emergerebbe come l'agenzia di rating fosse perfettamente al corrente dei rischi di questi fondi finanziari che hanno messo in ginocchio l'america, per poi contagiare l'europa, tramite l'indebitamento incontrollato della popolazione sugli immobili

Standard&poor's, negli anni folli della finanza fuori controllo, aveva emesso un giudizio più che positivo sui mutui subprime per un importo di quasi 4.000 miliardi di dollari. Da parte sua la filiale di mcgraw-hill si difende con un'argomentazione abbastanza solida: anche la federal reserve e il tesoro americano non si resero conto di quanto stava succedendo

L'accusa di truffa viene pertanto rispedita al mittente. Una delle cause più clamorose di questi anni deciderà chi ha ragione

Scopri come è nata la crisi dei mutui subprime (video)