Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ristrutturare casa, è meglio scegliere un mutuo o un prestito?

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Molto spesso quando si decide di ristrutturare casa è necessario richiedere un finanziamento se non si ha a disposizione la liquidità necessaria. A seconda delle circostanze puo' essere più conveniente richiedere un prestito o un mutuo.

Vantaggi mutuo ristrutturazione

Per quanto riguarda il mutuo ristrutturazione, il primo vantaggio risiede nei tassi più bassi generalmente applicati dalle banche rispetto a quelli di un prestito. Basti pensare che il taeg, ovvero il tasso annuo globale comprensivo di tutti i costi, si aggira intorno al 2/2,5%. Senza contare che si ristruttura la prima casa si ha diritto a una detrazione irpef pari al 19% degli interessi passivi.

All'altro lato della medaglia c'è pero' il fatto che difficilmente le banche erogano mutui per importi inferiori a 30mila euro e se si ritruttura una seconda casa non si ha diritto ad alcun sgravio fiscale. Senza contare che la richiesta di un mutuo implica l'iscrizione dell'ipoteca sull'immobile da ristrutturare.

Prestito ristrutturazione casa

I tempi di erogazione di un prestito sono decisamente minori rispetto a quelli del mutuo. Non è richiesta l'iscrizione dell'ipoteca, né tantomeno si deve pagare la parcella del notaio che si occupi di tutta la pratica. Per chi deve sostenere spese non troppo onerose è sicuramente la scelta migliore. Con un prestito, però, non si ha diritto ad usufruire delle agevolazioni fiscali previste in caso di mutuo e i tassi sono molto più alti.