Notizie su mercato immobiliare ed economia

Salone del Mobile Milano 2021: ecco come sarà il “supersalone”

Salone del Mobile
Salone del Mobile
Autore: Redazione

Nuovo nome e logo – “supersalone”, – nuovo format e, accanto al curatore Stefano Boeri, cinque co-progettisti: Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth e Marco Ferrari ed Elisa Pasqual dello Studio Folder. Entrano nel vivo i preparativi per il nuovo Salone del Mobile 2021 a Milano in programma dal 5 al 10 settembre a Fiera Milano Rho.

Salone del Mobile
Salone del Mobile

Si tratterà, di un momento irripetibile, di grande e immediata forza attrattiva e comunicativa, aperto tutti i giorni non solo agli operatori ma anche al grande pubblico. Il format proposto è quello di una grande biblioteca del design che celebrerà la rinnovata attenzione e cura per gli spazi dell’abitare.

Salone del Mobile
Salone del Mobile

L’allestimento in Fiera prevedrà dei lunghi setti paralleli, studiati per le specifiche categorie merceologiche, che permetteranno alle aziende di raccontare la propria identità e i propri prodotti su pareti verticali.

In ottica di circolarità e sostenibilità, tutti i materiali e le componenti dell’allestimento sono stati pensati per poter essere smontati e successivamente riutilizzati. Inoltre, all’ingresso Porta Est della Fiera, grazie al progetto Forestami, verrà creata una zona di accoglienza verde con 200 alberi che, al termine dei sei giorni di evento, verranno messi a dimora nell’area metropolitana milanese.

Salone del Mobile
Salone del Mobile

L’allestimento in Fiera sarà contaminato e intervallato da aree e percorsi tematici. Triennale Milano sarà l’hub in città “supersalone”, con una proposta culturale che, oltre alle mostre dell’istituzione, presenterà una serie di progetti inediti.

In questo scenario, il mix tra digitale e presenza fisica garantirà un’esperienza altamente coinvolgente. La nuova piattaforma del Salone del Mobile.Milano, che debutterà il 30 giugno, è stata studiata, infatti, per valorizzare, attraverso contenuti originali e linguaggi specifici del mezzo, il design in mostra ma anche per porre l’utente al centro dell’evento prima, durante e dopo la visita.