Notizie su mercato immobiliare ed economia

Un Jumbo 747 in rottamazione utilizzato per costruire una casa

Wing House. David Hertz EAIA
Wing House. David Hertz EAIA
Autore: Redazione

Nella città di Malibù, in California, si trova una casa molto particolare. Lo studio di architettura David Hertz nel 2011 ha realizzato un’abitazione con i resti di un 747-200 acquistato per meno di 50.000 dollari. Quello che più colpisce è il modo in cui sono state utilizzate le enormi ali del Jumbo per il tetto.

Un Boeing 747-200 colpisce per la sua dimensione:  70,6 metri di lunghezza, circa 60 metri di larghezza e quasi 20 metri di altezza. Con circa 174.000 chili è stato per anni il re incontrastato dei cieli. Quando uno di questi velivoli raggiunge la fine della sua vita, la sua fusoliera diventa un vero e proprio peso e la sola soluzione possibile è rottamarlo.

L’architetto ha però trovato un modo per utilizzare tale quantità di acciaio: costruire una casa con la fusoliera. Hertz e il suo team di architetti, specializzati nell’utilizzo di vari materiali riciclati per la costruzione, hanno costruito una casa di oltre 230 m2 con più di 4 milioni di pezzi recuperati dalla demolizione del velivolo.

Ciò che spicca sono le sue ali, che sono state utilizzate per il tetto della casa. Il trasporto degli enormi pezzi è stato effettuato con un elicottero.