Notizie su mercato immobiliare ed economia

Vienna, il governo mette un freno agli affitti brevi

Controllo affitti brevi Vienna
Gtres
Autore: Redazione

Il nuovo governo austriaco vuole mettere un freno agli affitti brevi nella città di Vienna. Per impedire che le zone centrali della capitale diventino il regno dei turisti e si svuotino dei residenti, i proprietari potranno affittare per un limite di 90 giorni i propri appartamenti su piattaforme come Airbnb e Booking.

Quello che al momento è solo un punto del programma del nuovo governo di coalizione, ha l'obiettivo di limitare il fenomeno degli affitti brevi che ha fatto lievitare i prezzi e tolto dal mercato oltre duemila appartamenti. Secondo uno studio della Technische Universitaer, infatti, se due anni fa erano 8.600 gli appartamenti offerti su Airbnb, si stima che nel 2022 sarà superata la soglia di 40mila alloggi.

Non a caso molti studi ritengono che sulle piattaforme online il guadagno può essere triplo rispetto all'affitto per lunghi periodi.  Secondo il quotidiano "Der Standard", infatti, l'affitto per 25 giorni al mese di un appartamento nel secondo distretto frutterebbe al proprietario una cifra intorno ai 6.100 euro.