Notizie su mercato immobiliare ed economia

La particolare architettura comunista che sopravvive nelle città della Siberia

Circo di Krasnoyarsk / Alexander Veryovkin/Zupagrafika
Circo di Krasnoyarsk / Alexander Veryovkin/Zupagrafika
Autore: Redazione

In molte città dell'odierna Russia è possibile trovare esempi di architettura modernista sovietica. Ecco come si presentano alcune città siberiane immortalate dall'obiettivo del fotografo russo Alexander Veryovkin.

Il modernismo socialista è caratterizzato da un'espressione potente e da un esotismo che destano interesse tra gli esperti. Nel suo ultimo libro, il fotografo Alexander Veryovkin è andato a scoprire l'ambiente urbano di sei città siberiane: Novosibirsk, Omsk, Krasnoyarsk, Norilsk, Irkutsk e Yakutsk. Ha così offerto una prospettiva sull'architettura del dopoguerra nell'ex Unione Sovietica.

Le influenze socialiste e sovietiche in questa architettura brutalista emergono negli edifici residenziali e pubblici, passando per le sedi delle imprese nazionali. Teatri di cemento davanti a statue che vantano la promettente corsa allo spazio. Il tutto all'interno di un ambiente estremo come la Siberia, dove si vive con temperature che spesso raggiungono i 30 gradi sotto zero.