Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il Palazzo di Berlino riapre i battenti e recupera lo stile barocco dopo la ricostruzione

Humboldt Forum | Christoph Musiol
Humboldt Forum | Christoph Musiol
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

E' passato oltre un decennio da quando è stato reso noto il vincitore del concorso per la ricostruzione del Palazzo Reale di Berlino. Si trattava del progetto presentato dall'architetto italiano Francesco Stella. Adesso, 12 anni dopo quel momento, il progetto è stato finalmente realizzato. E il Palazzo è pronto ad aprire le sue porte al mondo, diventando un centro di riferimento per la cultura, l'arte e la scienza.

Berliner Schloss - Humboldt Forum è il nome dell'edificio che combina stili barocco e moderno e che è stato realizzato tra il 2012 e il 2020. Stella ha spiegato: "E' inteso come un 'luogo di incontro per le culture del mondo', dedicato ai fratelli Humboldt, con i loro musei di arte e scienza extraeuropee".

Nell'estate del 2002, il Bundestag tedesco ha approvato una risoluzione per ricostruire il Palazzo di Berlino come Forum di Humboldt. La grande maggioranza dei partiti ha seguito la raccomandazione della commissione internazionale di esperti nota come "Centro storico di Berlino", che ha sostenuto un museo e un centro della conoscenza, recuperando le facciate barocche del Palazzo di Berlino.

Lo spazio in cui si trova il Berliner Schloss - Humboldt Forum è stato testimone di una delle storie più emozionanti d'Europa. "Non c'è quasi nessun altro posto a Berlino che abbia visto così tanti cambiamenti sociali, architettonici, politici e culturali diversi negli ultimi 800 anni come lo Schlossplatz", un sito che negli ultimi secoli ha ospitato un convento domenicano, il Palazzo Hohenzollern, piazza d'armi e il Palazzo della Repubblica. 

Con questa nuova ricostruzione si intendeva recuperare il Palazzo Reale di Berlino, una delle opere più emblematiche del barocco mitteleuropeo, progettata da Andreas Schlüter all'inizio del XVIII secolo. Con il progetto è stata recuperata anche una cupola pensata nel XIX secolo dall'architetto Friedrich August Stüler.

Il nuovo palazzo è stato costruito attorno a una struttura in acciaio con nuclei di cemento e tre delle facciate del museo sono repliche del palazzo originale, mentre la quarta è una moderna facciata in pietra progettata da Stella. C'è, quindi, una combinazione di barocco e moderno. Stella ha affermato: "Si tratta di una combinazione unica, perché normalmente l'Antico è l'originale salvato dalla distruzione e il Moderno è il ricostruito, che non vuole essere confuso con l'originale".

Per ricostruire le facciate color mela cotogna, scultori e stuccatori hanno ricreato 2.800 figure e circa 22.000 diversi elementi in arenaria tra finestre, cornici e colonne.

Una volta all'interno, il museo si articola attorno a tre spazi: l'ingresso principale, sotto la cupola ricostruita, conduce a un moderno atrio vetrato alto 35 metri; all'altra estremità dell'edificio, il cortile all'aperto dello Schlüterhof ha tre facciate ricostruite con i disegni barocchi originali di Schlüter. Tra questi due grandi spazi, c'è un terzo cortile più piccolo, pieno di librerie e caffè, che attraversa l'edificio e sarà aperto 24 ore su 24. Nell'edificio si trovano quattro piani di spazi per mostre, spettacoli ed eventi. Nel Palazzo ci saranno anche negozi, ristoranti e uffici, oltre che una terrazza panoramica e un ristorante, che aprirà nel 2021.

Nonostante il contrasto tra stili antichi e moderni, il progetto è stato concepito nel suo insieme, prediligendo l'armonia e la coerenza. Stella ha evidenziato: "Come in molti monumenti del passato, l'armonia dell'insieme non è contraddetta dalla differenza stilistica delle sue parti. Si potrebbe dire che il nuovo Palazzo di Berlino sia una 'città a forma di palazzo', attraverso i cui portali le piazze esterne si collegano ai cortili interni per creare un grande spazio pubblico nel cuore di Berlino".