Notizie su mercato immobiliare ed economia

Questa tipica casa vittoriana a Londra nasconde interni di design e pieni di luce

Moxon Architects
Moxon Architects
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

Ci sono zone delle grandi città a cui non sempre si presta attenzione, ma che hanno una storia interessante. Islington è una di queste. Questo quartiere di Londra ha più di 1.000 anni di storia, anche se in principio era conosciuto come Gislandune, che può essere tradotto come "collina di un uomo chiamato Gīsla".

L'apertura della sontuosa stazione di Highbury & Islington nel 1872 simboleggiava il ruolo che doveva svolgere come tipico sobborgo suburbano, in cui le classi alte si sarebbero insediate fuggendo dai disagi del centro città. Ben presto, però, la borghesia ha deciso di spostarsi ancora più fuori dal centro della capitale britannica; i palazzi sono stati suddivisi e Islington è diventata una zona operaia. Qui hanno vissuto grandi personaggi delle arti e della letteratura, come il celebre scrittore George Orwell, che ha deciso di trasferirvisi nel 1944, anche per un cupo apprezzamento della durezza del quartiere. Oggi, alcuni ne parlano come di una "Londra gentrificata, anche se ancora con una significativa comunità della classe operaia".

E' proprio qui, in questa zona di Londra, che lo studio di architettura britannico Moxon Architects ha ristrutturato una casa vittoriana. Il progetto è stato sviluppato scavando sul livello interrato per aggiungere un'estensione e creare interni leggeri e minimalisti. Moxon Architects ha ridisegnato gli interni e ha aggiunto una piccola parte posteriore con zone giorno a pianta aperta e un giardino sommerso. Lo studio ha cercato di preservare l'organizzazione tradizionale della casa a schiera, con camere da letto ai livelli superiori e spazi di intrattenimento ai livelli inferiori della casa.

"L'intero edificio è stato riconfigurato dal basso verso l'alto, mantenendo gli spazi di intrattenimento in basso con stanze private più accoglienti in alto. Il design, i materiali e i dettagli sono stati adattati alle esigenze del cliente con cui avevamo lavorato un decennio prima", sottolineano sul loro sito web.

Per fare ciò, è stato scavato il seminterrato dell'edificio ed è stata aggiunta una piccola estensione sul retro per creare uno spazio abitativo a tutta larghezza che si apre su un giardino sommerso esposto a sud. Il livello inferiore della casa presenta una tavolozza bianca nitida, che Moxon Architects ha ottenuto utilizzando mattoni di cemento bianco e pavimenti in resina bianca.

I mattoni di cemento si estendono nel giardino sommerso per creare una connessione visiva e una transizione senza soluzione di continuità tra i due spazi. La cucina, situata nella parte anteriore della casa al piano terra, è stata allestita con mobili rivestiti in rovere su misura che creano un caldo contrasto con la freschezza dello spazio. Gli armadi, progettati da Jack Trench, estendono la lunghezza del soggiorno a pianta aperta e coprono anche le pareti tra scale, spazi ausiliari e rientranze per massimizzare lo spazio sul pavimento.

Al piano inferiore, un soggiorno formale con elementi d'epoca è un'eccezione all'estetica minimalista del bianco frizzante. Le persiane, il camino, le cornici e il rosone originali sono stati restaurati e dipinti di un blu intenso per intonarsi alle pareti. Al piano superiore, le camere da letto segnano un ritorno al design minimalista con pareti pulite e dipinte di bianco. Le pareti sono molto particolari, ne spicca una lussureggiante a contrasto dietro il letto nella camera da letto principale, mentre i bagni e le vasche dipinti offrono tocchi di colore.