Notizie su mercato immobiliare ed economia

Case in costruzione, la guida dei notai contro le brutte sorprese

Autore: Redazione

Comprare una casa non è mai semplice, soprattutto in tempi di crisi. Ma quando la crisi investe settori delicati, come quello delle costruzioni, si rischia di incappare in nodi difficili da districare. Per rendere più trasparente l'acquisto di un immobile arriva la quinta Guida per il cittadino dal titolo "Acquisto in costruzione. La tutela nella compravendita di un immobile da costruire", presentata  dal Consiglio Nazionale del Notariato e da 12 associazioni dei Consumatori

Scarica la guida

Lo scopo: diffondere e promuovere la conoscenza del decreto legislativo 112 del 2005 che prevede forme di tutela, "ancora poco conosciute" a vantaggio del contraente "debole" in caso di fallimento del costruttore. Tra queste: la garanzia fideiussoria, l'esclusione della revoca fallimentare, il diritto di prelazione in caso di vendita d'asta, la polizza assicurativa indennitaria di durata decennale

La legge infatti "consente a chi acquista una casa in costruzione - spiega Fabio Piccoli, presidente nazionale del Notariato - di avere una fideiussione per quanto riguarda le somma che versa al costruttore, di avere poi una polizza decennale per eventuali difetti strutturali che sono quelli garantiti dal codice civile, e che impone al notaio, prima di fare l'atto, il frazionamento del grande mutuo, che riguarda tutto l'intero complesso, sulla singola porzione materiale che viene acquistata e quindi dà delle garanzie che spesso il cittadino non sa di avere"

La fideiussione, continua Piccoli "tutela il cittadino su interi importi sia a titolo di caparra, sia a titolo di acconti perché il costruttore deve rilasciare una fideiussione che garantisce il cittadino e se il costruttore fallisce la fideiussione é denaro contante". In sostanza, in caso di fallimento del costruttore, l'acquirente, anziché essere costretto ad avviare lunghe e costose azioni giudiziarie, si potrà rivolgere direttamente alla banca o all'assicurazione o altro intermediario finanziario abilitato per vedersi restituire le somme fino a quel momento versate

Tale pacchetto, comprende inoltre sempre l'obbligo, a carico del costruttore, di consegnare all'acquirente una polizza assicurativa indennitaria di durata decennale a garanzia del risarcimento di eventuali danni materiali dell'immobile, derivanti da rovina parziale o gravi difetti costruttivi, con effetto dalla data di costruzione dei lavori. In caso di fallimento dell'impresa il notaio è inoltre autorizzato a procedere al frazionamento del mutuo originario contratto dal costruttore per finanziare l'opera, in ipoteche da iscrivere a ciascuna delle unità condominiali che l'assegnatario potra' decidere di pagare in tutto o in parte

La guida è stata scritta grazie alla collaborazione di Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione Nazionale Consumatori

Articolo visto su
(Agenzia)