Notizie su mercato immobiliare ed economia

Energia: bollette più salate per chi lavora la sera

Autore: andrea manfredi (collaboratore di idealista news)

Uno studio realizzato dalla camera di commercio di Milano in collaborazione con ref, società di ricerche e consulenze, ha analizzato come i prezzi dell’energia siano nettamente più salati per tutte quelle imprese che lavorano nelle ore serali e notturne. In particolare le piccole e medie imprese arrivano a pagare anche un 10% in più sui costi di bollette

A subire più di chiunque altro l’effetto di questo trend sono soprattutto le piccole e medie imprese, quali ad esempio quelle che operano nel comparto della ristorazione e del commercio o magari le imprese del manifatturiero, che prevedono processi lavorativi organizzati su due o tre turni giornalieri. Guardando alle cifre, queste tipologie di imprese sono soggette ad un costo dell’energia superiore del 10%

Un esempio può esser utile per capire meglio la situazione. Un’impresa del commercio che consumi 35 mwh all’anno, prevalentemente di giorno, consuma in media da 7.900 euro a 8.400 euro. Ma se invece prendiamo in considerazione un ristorante, che consumi 150 mwh all’anno e che usufruisca di energia elettrica soprattutto la sera, sarà soggetta ad una spesa che vada da un minimo di 31 mila euro nel 2011, sino a raggiungere i 33.500 euro nel 2012, ovvero l’8% in più. Se infine prendiamo in considerazione un’impresa metallurgica, che faccia uso di una fornitura di circa 800 mwh all’anno, questa sarà soggetta ad una spesa che vari da un minimo di 116 mila euro sino a raggiungere i 135 mila euro, circa il 16% in più

Per tutte quelle imprese, ma anche privati, che volessero risparmiare sui costi di luce e gas, il consiglio è quello di fare riferimento al servizio di confronto di supermoney. Questo infatti, grazie al suo servizio di informazione e comparazione, permette di capire quale sia la tipologia di contratto più conveniente in base alle proprie esigenze, scegliendo tra quelle offerte da numerose società operanti nel settore, quali enel energia, eni e sorgenia

Articolo visto su
(idealista.it/news)
Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail