Notizie su mercato immobiliare ed economia

E tu sei choosy? schizzinosi o sfortunati, ecco quanto costano i giovani che non fanno niente

Autore: Redazione

La disoccupazione giovanile è una delle conseguenze principali, in tutta europa, dell'attuale crisi economica. Ma secondo la ministra elsa fornero alcuni giovani sarebbero un po' choosy, ossia schizzinosi, al momento di cercare un impiego. La ministra del lavoro, conscia della gaffe, smentisce le proprie parole in pochi secondi, ma come altre volte in passato, le sue dichiarazioni fanno scalpore

Dopo i bamboccioni, dunque, è tempo degli schizzinosi. Secondo la nostra classe dirigente i giovani italiani sarebbero affetti da indolenza, pigrizia, puzza sotto il naso e mammonismo acuto

Eppure, nonostante la pioggia di critiche piovute addosso alla ministra, le sue dichiarazioni arrivano in concomitanza con la diffusione di un rapporto assai distruttivo per il nostro paese. In tutta europa, infatti, i neet, acronimo di not in education, employment or training, cioè coloro che non non studiano, non lavorano, né si preparano in alcun modo, sono 14 milioni. Di questi ben 2 milioni sarebbero italiani

Il distacco di queste persone dal mondo del lavoro ha un costo, sia in termini di mancata partecipazione, che di esclusione sociale, presente e futura. Si calcola che l'europa spende l'1,2% del proprio pil per mantenerli, cifra che in Italia aumenta fino al 2,06%

Non è il valore più alto in termini percentuali, ma èprimo posto in termini assoluti: 32,6 miliardi di euro. A seguire francia (22 miliardi), regno unito (18), e spagna (15,7). In termini relativi, il primato spetta alla bulgaria, dove la mancata integrazione dei neet nei circuiti economici ed educativi rappresenta il 3,31% del pil, seguita da grecia (3,28%) e irlanda (2,77%)

Articolo visto su
(idealista.it/news)