Notizie su mercato immobiliare ed economia

Adeguamento istat del canone d'affitto, a dicembre l'aumento è del 2,42%

Autore: team

Tempo di aggiornamento del canone di locazione, sia per coloro che adottano la scadenza mensile (dicembre 2012 su dicembre 2011) sia per i contratti che prevedono lo scatto annuale. L'istat comunica che l'inflazione media dello scorso anno è stata del 3%, mentre a dicembre il tasso di variazione dei prezzi si colloca al 2,3% interannuale

Molti contratti in realtà non specificano rispetto a quale calcolo si adegua il canone di locazione e, per prassi, diversi proprietari applicano la media annuale. Alcuni contratti prevedono che il calcolo dell'adeguamento istat si applichi al 75%, mentre altri al 100%. Nel primo caso significa che l'attualizzazione si calcola sull'2,25%, se si usa l'indice annuale

Diversi proprietari poi fanno scattare l'adeguamento nel mese di scadenza annuale del contratto (es. Se la locazione comincia a maggio 2011, l'adeguamento viene calcolato con l'inflazione interannuale di maggio 2012)

Vista la vaghezza con cui in molti casi si affronta la materia, sarebbe bene inserire nei contratti di locazioni tutte le specifiche necessarie per non avere contenziosi con l'inquilino. Allo stesso tempo sarebbe opportuno inviare una lettera di comunicazione di adeguamento istat

Molti proprietari tuttavia, di fronte alla crisi e al timore di trovarsi senza un inquilino solvente, è probabile che quest'anno si accordino per non far scattare l'adeguamento istat. Sebbene le spese e le tasse aumentino, il rischio di tenere l'alloggio sfitto o di ritrovarsi con un moroso, invitano a una certa prudenza

Articolo visto su
(idealista.it/news)
Leggi altre notizie di: 
adeguamento istatstatistiche
Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail