Notizie su mercato immobiliare ed economia

La crisi al microscopio: i crediti deteriorati che frenano l'economia italiana (grafico)

Autore: Redazione

La situazione delle nostre banche è fortementa esposta a un credito che in molti casi non sarà ripagato. Per far fronte a questa situazione si erogano meno prestiti e mutui, in quanto gli istituti devono garantire la copertura del capitale deteriorato. Dal 2009 le sofferenze bancarie sono in costante aumento. Si tratta di quei crediti vantati dalle banche verso soggetti in stato di insolvenza. E non è l'unico problema

I crediti in qualche modo dubbiosi sono oltre 125 miliardi di euro, in crescita del 17% rispetto a un anno prima. Il portale di informazione economica lavoce.info, in base agli ultimi dati forniti dalla banca d'Italia, li suddivide così:

- Esposizioni scadute o sconfinanti: crediti che, alla data di segnalazione, sono scaduti o sconfinanti, rispetto al fido concesso, per oltre 90 giorni continuativi;

- Esposizioni ristrutturate: crediti le cui condizioni contrattuali originarie sono state modificate a favore del debitore al fine di tener conto del peggioramento delle condizioni economico-finanziarie di quest’ultimo;

- Partite incagliate: crediti nei confronti di soggetti in temporanea situazione di obiettiva difficoltà, di cui però si prevede la possibile soluzione in tempi congrui;

- Sofferenze: crediti verso soggetti in stato di insolvenza o in una situazione sostanzialmente equiparabile