Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ryanair, la denuncia di un pilota: "low cost sulla pelle dei passeggeri"

Autore: Redazione

Ritmi esasperanti, continue minacce di licenziamento, gare di risparmio di carburante. Sarebbe questo il panorama che si cela dietro una delle compagnie low cost più famose. A rivelarlo è il libro "ryanair. Low cost mais à quel prix?" (low cost ma a che prezzo?) appena pubblicato in francia, ma che ha già fatto il giro del mondo. L'autore sarebbe un pilota della aerolinea irlandese che si nasconde dietro uno pseudonimo per paura di ritorsioni

"Sareste tranquilli in quanto passeggeri - scrive Christian fletecher (questo il nome scelto dall'autore) - se sapeste che il comandante ha dormito appena 3 o 4 ore la notte precedente?". E delinea i contorni di una compagnia che non esita, in nome del dio denaro- a risparmiare sulle misure di sicurezza dei passeggeri e degli stessi dipendenti. I quali avrebbero a disposizione turni di riposo di soli 25 minuti tra uno scalo o l'altro e potrebbero dormire solo per poche ore

La compagnia, insomma, non sarebbe altro che "una pura macchina finanziaria, la cui unica vocazione è generare profitti. Non ha alcuna considerazione, né morale, né sociale". Fletcher ha svelato inoltre che ryanair costringerebbe i piloti a partecipare ogni mese a una gara di risparmio di carburante, al termine della quale verrebbe pubblicata la classifica dei comandanti "più virtuosi". Anche le brusche frenate in pista farebbero parte della strategia per "liberare la pista il più in fretta possibile e ridurre i tempi di rullaggio"