Notizie su mercato immobiliare ed economia

Social housing, arrivano nuovi finanziamenti dalla bei

Autore: andrea manfredi (collaboratore di idealista news)

Per favorire il rilancio dell’Italia, la BEI (banca europea degli investimenti) in collaborazione con Intesa Sanpaolo, ha erogato un maxi prestito per un ammontare totale di 661 milioni di euro. L’importo andrà a finanziare una serie di progetti, dalle rinnovabili alla formazione degli studenti, fra i quali il social housing merita senza dubbio una menzione particolare

Il social housing è un fenomeno che, come spesso accade è nato all’estero, ma sta gradualmente prendendo piede anche nel nostro paese. La tranche, messa a disposizione dalla bei in collaborazione con Intesa Sanpaolo, renderà possibile la costruzione di 408 unità abitative di edilizia residenziale sociale situate nel comune di Parma

I fondi erogati per questo progetto assolutamente degno di nota ammontano complessivamente a 16 milioni di euro e mostrano ancora una volta la crescente sensibilità nutrita nei confronti del tema. Tali risorse andranno ad alimentare il fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso, riservato a investitori qualificati

Una simile iniziativa, sempre di carattere locale, è quella che vedrà impegnati i due istituti nel milanese per aprire una linea di credito destinata al finanziamento di interventi di efficientamento energetico degli edifici scolastici pubblici. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’ambiente e ridurre gli sprechi nella produzione di energia, meglio ancora se grazie all’impiego di fonti rinnovabili come l’eolico e il fotovoltaico

A beneficiare di questo “aiuto” europeo saranno anche le pmi, che costituiscono la vera eccellenza del panorama imprenditoriale italiano. Per loro sono stati messi in campo ben 400 milioni di euro, la fetta più grande del finanziamento bei. Mediocredito italiano, la società del gruppo intesa sanpaolo specializzata nel finanziamento a medio e lungo termine per le pmi, e leasint, la società di leasing del gruppo, faranno da intermediari