Notizie su mercato immobiliare ed economia

Quando non ci si può permettere una casa: modi alternativi per vivere in affitto

Autore: Redazione

La disoccupazione e la perdita del potere d'acquisto ha costretto giovani e meno giovani ad utilizzare alternative abitative che permettano loro di vivere con una certa autonomia vista l'impossibilità di affittare o comprare una casa. Andiamo a vedere le possibili soluzioni

Affittare una stanza: si tratta forse del modo più comune e diffuso per avere un tetto sulla testa e un letto caldo. Tanto che negli ultimi mesi il numero di case che offrono stanze in affitto è cresciuto. È la soluzione più gettonata tra i giovani. Gli svantaggi stanno nel fatto che lo spazio è limitato ed è necessario condividerlo con gli altri inquilini

Microappartamenti: aumenta l'affitto dei cosiddetti monolocali. Chi vuole indipendenza e non può permettersi ampi spazi opta per questi piccoli appartamenti, il cui svantaggio - chiaramente - sta nelle dimensioni decisamente ridotte

Co-inquilini: per dividere le spese e affrontare al meglio l'impegno economico che andare a vivere da soli richiede, sono tante le persone che decidono di condividere un appartamento con amici o conoscenti. Un dato interessante sta nel fatto che se prima della crisi economica quest'opzione era presa in considerazione soprattutto da giovani, studenti e persone alle prese con il primo lavoro, adesso è valutata anche da divorziati, disoccupati o lavoratori con stipendi bassi