Notizie su mercato immobiliare ed economia

Compravendite immobiliari, il trend delle grandi città

casa
Gtres
Autore: Redazione

Compravendite immobiliari in positivo nelle grandi città e pensionati tra gli investitori da segnalare. Ecco la fotografia di Tecnocasa.

Secondo quanto rilevato dall’Agenzia delle Entrate, nel 2018 le compravendite nazionali sono aumentate del 6,5% annuo. Un dato che vede conferma nelle grandi città, che secondo Tecnocasa hanno visto un incremento del 5,8% annuo nelle transazioni, con prezzi addirittura in aumento (in controtendenza col dato nazionale) dell’1,6%.

Mercato immobiliare a Bari più dinamico

Le realtà più dinamiche in termini di scambi sono state Bari (+10,5%) e Bologna (+10,5%). Bene anche Palermo (+7,7%). Bologna è la città che registra anche l’aumento dei prezzi più importante, chiudendo il 2018 con +11,1%.

La Capitale segna un +3%, confermando di non avere ancora intrapreso la strada della crescita in modo convinto, così come testimoniano anche i prezzi in ribasso dell’1,9% in tutto il 2018.

Crescita delle compravendite contenuta anche a Milano (3,4%), giustificata da una ripresa che era iniziata prima che in tutte le altre grandi città e che riduce quindi i margini della possibile corsa al rialzo.

I dati sulle transazioni confermano comunque che lo stato di salute del mercato immobiliare residenziale è buono, considerando anche gli ultimi dati sulle tempistiche di vendita ancora in diminuzione ed attualmente intorno a 129 giorni.

Quali case comprano i pensionati?

In particolare si evidenzia che, su tutto il territorio nazionale (non solo nelle grandi città), il 7,8% degli acquisti è stato effettuato da soggetti in pensione. Un anno fa (secondo semestre 2017) la percentuale era sostanzialmente uguale e si attestava al 7,9%, mentre due anni fa (secondo semestre 2016) la percentuale di acquisti da parte di pensionati era più alta e si attestava all’8,7%.

I pensionati nel 64,0% dei casi hanno comprato l’abitazione principale, nel 25,3% dei casi hanno comprato per investimento ed infine il 10,7% degli acquisti ha riguardato la casa vacanza. Rispetto ad un anno fa aumenta la percentuale di acquisti di casa vacanza (+1,9%), mentre la componente di acquisti per investimento è in lieve ribasso (-1,4%). La casa vacanza è un acquisto presente nelle fasce più alte di età dal momento che spesso gli anziani si trasferiscono in località turistiche, specialmente al mare.

Le compravendite dei pensionati si sono concentrate maggiormente sui trilocali (37,1%), seguiti dai bilocali (30,2%) e dai quattro locali (14,1%); ville, villette, rustici, case indipendenti e semindipendenti compongono insieme il 12,6% degli acquisti.

Mercato immobiliare, previsioni 2019

Nel 2019 Tecnocacasa prevede un mercato immobiliare con volumi in linea con quelli del 2018. A livello di prezzi, nelle grandi città, potrebbe verificarsi un leggero incremento, tra il +1 e il +3%; sempre considerando che il tutto dipende dallo stato generale dell’economia e dalle scelte di politica economica. I mutui resteranno ancora favorevoli ed il mercato del credito non si discosterà molto dai risultati del 2018.