Notizie su mercato immobiliare ed economia

Prezzi delle case, dove sono aumentati di più nelle principali città?

Il balzo più rilevante è di Isola a Milano, sulla cui performance "pesa" il mercato delle nuove abitazioni

Autore: Flavio Di Stefano

A febbraio 2020 in Italia si è registrato un calo dello 0,3% per i prezzi delle case (guarda il report). Ma la tendenza non è la stessa in tutto lo Stivale. idealista/news ha preparato una mappa con le zone delle principali città dove sono aumentati maggiormente i valori rispetto a un anno fa.

Secondo i dati di idealista, la zona d’Italia dove si registra un aumento maggiore rispetto a 12 mesi fa è il quartiere Isola-Garibaldi a Milano, addirittura 74,94%. Una performance che potrebbe sembrare fuori da ogni logica, ma che va contestualizzata. Innanzitutto, si tratta di prezzi richiesti e non di prezzi di compravendita effettuata.

Inoltre, il quartiere Isola è “mutato geneticamente” (basti pensare al Bosco Verticale), nel senso che ha subito trasformazioni repentine negli ultimi anni. Sul prezzo medio al mq (5.424,80 euro) e sulla crescita annuale pesano, e non poco, le nuove costruzioni e gli appartamenti, tradotto: è il nuovo che ha trascinato i valori degli immobili.

Crescono, e non poco, anche altre zone milanesi: Degrano (29%), Turro (28,8%), Gorla (28%), Govone (24,2%), Affori (23,4%), Niguarda (21,6%). Restando in Lombardia, a Bergamo si distingue l’area di Celadina, dove i prezzi richiesti per vendere casa si aggirano sui 1623,65 euro al mq, facendo registrare un +37,93% rispetto a febbraio 2019.

Per quanto riguarda Roma, si mette in evidenza la zona di Trigoria-Castel di Leva, dove il prezzo al mq delle case è di 1868,29 euro (+37%). Restando in periferia, da segnalare anche il +19,18% di Corcolle (1328,44 euro/mq) e il +10% di Ostia Antica (2197,62 euro/mq). Mentre il quartiere del centro che cresce di più nella Capitale è Prati (4932,96 euro/mq): +10% rispetto a febbraio 2019.

Per quanto riguarda il Mezzogiorno, le performance da segnalare riguardano Campania, Puglia e Sicilia. A Bari, le abitazioni a Ceglie del Campo costano invece 1332,37 euro al mq (+15,13%). Mentre a Palermo, zona Monte di Pietà-Seralcadi, si segnala un aumento del 7,97% che fa arrivare i prezzi delle case a 1411,62 euro al mq. A San Nullo, Catania, aumento del 5,55% annuo e 1454,21 euro al mq. A Napoli, nella zona di Miano i prezzi medi sono di 1221,04 euro al mq (+4,85% rispetto a febbraio 2019).

Tornando alle performances più rilevanti, va citata Bologna, dove la zona di Malpighi (3869,85 euro/mq) cresce del 17,85% in 12 mesi per prezzi richiesti di vendita. Un’altra zona di prestigio, ma a Firenze, cresce del 13%: a Campo di Marte, infatti, il prezzo al mq si attesta a 4217,34.

Si muove il mercato in Veneto, dove è doveroso mettere in rilievo le prestazioni di diverse città: nel quartiere Sacra Famiglia di Padova (1754,74 euro/mq) i prezzi aumentano del 14,77%; nella zona di Gazzera a Mestre (1988,47 euro/mq) del 14,27%; nella zona Stadio a Verona (1759,62 euro/mq) dell’8,33%; nell’area Giudecca di Venezia (4364,02 euro/mq) del 7,39%.

Per completare il quadro delle principali città italiane vanno citate le zone di Città Vecchia a Trieste (2984,50 euro/mq e +11,28%); Carignano a Genova (2809,52 euro/mq e +11%); Centro Storico di Rimini (2793,07 euro/mq e +10,71%); Cenisia a Torino (1826,99 euro/mq e +9,8%); Passetto ad Ancona (2077,74 euro/mq e 9,65%); San Pietro a Reggio Emilia (1310,80 euro/mq e +5,17%); Filosofi-Pallotta a Perugia (1141,84 euro/mq e +4,28%).