Notizie su mercato immobiliare ed economia

Smart City: People, Technology & Materials: le città del futuro a Milano

Autore: Luigi Dell'Olio (collaboratore di idealista news)

“Per una volta fare tutto e subito non è sbagliato. Siamo di fronte a un’emergenza che richiede un impegno immediato da parte di ciascuno di noi”. Con queste parole Stefano Boeri, presidente della Triennale Milano e tra gli urbanisti più noti in Italia (tra le altre cose, a lui si deve la progettazione del Bosco Verticale, simbolo della Milano che cambia) ha introdotto la mostra mostra-evento Smart City: People, Technology & Materials, ideata e organizzata da Material ConneXion Italia, curata dall’architetto Giulio Ceppi e patrocinata dal Comune di Milano, dalla Regione Lombardia, da Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, da Anci, Assolombarda, Aism e da Siec.

La mostra

Un’iniziativa che punta a focalizzare l’attenzione sulle Smart City, “un tema che ha un forte legame con un tema di grandissima attualità come i cambiamenti climatici e le conseguenze che ne derivano”, ha aggiunto Boeri. “Per evitare conseguenze catastrofiche per il mondo in cui viviamo non occorrono solo politiche coraggiose a livello dei governi, ma anche azioni quotidiane da parte di noi cittadini, che abbiamo il nostro pezzo di responsabilità nella dieta che scegliamo di seguire così come in merito alle nostre scelte di mobilità”.

La mostra, ospitata a Milano negli spazi di Superstudio 13 di Via Bugatti 9 e Via Forcella 13 (zona Tortona, uno dei fulcri del Fuorisalone), è aperta al pubblico fino al 14 aprile. L’obiettivo, hanno spiegato i promotori nel corso della presentazione, è “lanciare spunti di riflessione su innovazione urbana, connettività, città inclusiva, tecnologie, nonché proporre soluzioni che migliorano la qualità della vita, le pratiche che favoriscono l’economia circolare e la mobilità del futuro”.

L’esposizione, che presenta alcune case history, è accompagna da un programma di tavole rotonde, seminari, workshop, conferenze ed eventi sul tema. Lo sponsor è Amundi, la prima società di gestione del risparmio in Europa, che ha spiegato il senso del suo impegno “perché sposa temi come l’innovazione, lo sviluppo e la sostenibilità che sono alla base del nostro modo di concepire la gestione del risparmio e la sua vocazione sociale, al di là dei risultati finanziari che perseguiamo a beneficio dei nostri clienti”, per usare le parole dell’ad per l’Italia Cinzia Tagliabue.

Del resto, il tema ambientale è al centro delle strategie dell’asset management, come dimostra il recente Salone del Risparmio (2-4 aprile, sempre a Milano), focalizzato proprio sulla tematica Esg, acronimo che sta per ambiente, inclusione sociale e governance.

Cresce la sensibilità green

Alla presentazione ha preso parte anche Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano, il quale si è collegato alle parole di Boeri, ricordando “la straordinaria partecipazione alla recente manifestazione (il 15 marzo scorso, ndr) tenutasi a Milano per sensibilizzare l’adozione di politiche responsabili in tema ambientale. Maran ha segnalato come i 20mila scesi in piazza, quasi tutti giovani, siano la “dimostrazione di come il tema della sostenibilità ambientale sia entrato nel sentire comune, mentre appena un anno fa assistevamo a proteste per l’introduzione di una tassa di 1 centesimo per l’utilizzo dei sacchetti (quelli per la frutta, ndr) nei supermercati”.

Per Maran, l’evoluzione in atto nel panorama urbanistico del capoluogo lombardo “è la dimostrazione che siamo più bravi nell’innovazione che nell’evoluzione”. Una differenza sostanziale per l’esponente della Giunta Sala perché segna “un passaggio decisivo nella capacità di fare tesoro delle esperienze passate per offrire soluzioni nuove per chi vive la città, tenendo insieme due priorità come il lavoro e la tutela ambientale”.

All’evento ha presenziato anche Rodrigo Rodriguez, presidente di Material ConneXion Italia, “società nata con l’idea di costituire una cerniera tra quanti sono impegnati nell’innovazione” (per usare le sue parole), che ha sottolineato l’importanza di mettere in pratica nella vita quotidiana “i principi dell’Agenda Onu 2030, trasformandoli in azioni concrete perla sostenibilità”.