Notizie su mercato immobiliare ed economia

Craco, la città fantasma in provincia di Matera che affascina i registi

Autore: Redazione

A circa 50 kilometri da Matera, in Basilicata, sorge Craco, una città fantasma dalla spettrale, ma innegabile bellezza. Questa cittadina fu abbandonata completamente nel 1963 dopo un crollo che mise a rischio la vita dei suoi abitanti, ma da allora è meta di tanti turisti che per visitarla devono munirsi di una vera e propria carta turistica. Senza contare i tanti registiche hanno deciso di ambientare tra le stradine di questo borgo abbandonato le loro produzioni cinematografiche.

Wikipedia
Wikipedia

La storia di Craco vecchia

La città di Craco vecchia fu evacuata a causa di una frana del 1963. La polazione fu costretta a spostarsi nell'attuale borgo della Peschiera. Da allora la città è rimasta come sospesa nel tempo, abbandonata, ma ancora con una grande e suggestiva bellezza. 

Nel 2010 questo borgo è entrato a far parte della lista del World Monuments Found, ovvero la lista dei monumenti da salvaguardare nel mondo.

Pixabay
Pixabay

Visitare Craco, il paese fantasma

Ancora oggi è possibile visitare Craco, il paese fantasma.  Ma per farlo bisogna munirsi della Craco -Card, una vera e propria carta d'ingresso rilasciata dall'amministrazione comunale con un costo di circa 10 euro. Non è possibile visitare la città da soli, ma bisogna essere accompagnati da una guida autorizzata, firmare una liberatoria e indossare un elmetto protettivo.

Flickr
Flickr

Craco set cinematografico

Craco nel corso degli anni è diventato un vero e proprio set cinematografico, scelto da registri di fama. Qui fu girata ad esempio la scena finale di "The Passion" di Mel Gibson che ebbe come set principale la vicina Matera, o alcune delle scene di "Cristo si è fermato ad Eboli".  Craco è riconoscibile anche in Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo.

Wikipedia
Wikipedia