Notizie su mercato immobiliare ed economia

30 marzo 2017

Iscrizione ipoteca su un immobile? Può avvenire anche a insaputa del debitore

L'iscrizione dell'ipoteca su immobile può avvenire anche a insaputa del debitore, sempre e quando il creditore sia un privato. Se la misura viene posta in essere dall'Agenzia delle Entrate, invece, è obbligatoria la comunicazione preventiva. A chiarirlo una recente ordinanza della Corte di Cassazione.

Una notizia di:
Gtres

Riforma del catasto, nel mirino seconde case e immobili di lusso. Preoccupa l’impatto sull’Isee

Ne abbiamo parlato poco tempo fa. Si sono riaccesi i riflettori sulla riforma del catasto. Quest’ultima verrà infatti inserita nel Piano nazionale delle riforme (Pnr), che sarà inviato a Bruxelles il mese prossimo insieme al Documento di economia e finanza (Def). Ma le preoccupazioni dell’attuale esecutivo sembrano le stesse che all’epoca hanno fermato il governo Renzi: il rischio stangata fiscale

Una notizia di:
Cocontest

Come dividere in due un appartamento, alcune idee utili

Una notizia di:

Spesometro 2017, scadenza e istruzioni

Entro il 10 aprile 2017, se si tratta di soggetti mensili, o il 20 aprile 2017, se trimestrali, è necessario inviare all’Agenzia delle Entrate lo spesometro 2017. L’obbligo di comunicare telematicamente all’ente le operazioni rilevanti ai fini Iva (cessioni/acquisti di beni e le prestazioni di servizi rese/ricevute) è stato introdotto dall’articolo 21 del D.l. 78/2010

Una notizia di:
Gtres

Gli effetti delle tasse sugli immobili, lo studio della Banca d’Italia

La Banca d’Italia ha pubblicato lo studio “Tassazione e mercato immobiliare in presenza di frizioni di ricerca” di Danilo Liberati e Michele Loberto, che analizza gli effetti della tassazione immobiliare in un mercato competitivo con forte domanda e offerta e mostra un nuovo modello che sposti la responsabilità fiscale dai padroni di casa agli inquilini

Una notizia di:
Estately

"Il nido del falco", un'impressionante dimora sulle alte vette non adatta ai paurosi

Una notizia di:

Evasione fiscale e contributiva, in Italia vale 110 miliardi l’anno. Record con i badanti

Il sommerso nel nostro Paese continua ad essere un problema. L’evasione fiscale e contributiva in Italia si aggira in media sui 110 miliardi di euro l'anno. Lo ha reso noto il presidente della Commissione per la redazione della “Relazione annuale sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva”, Enrico Giovannini, in audizione alla Commissione Bicamerale, illustrando i dati del triennio 2012-2014. Nel 2014 il tax gap, ossia la differenza tra le imposte che si dovrebbero pagare e quelle effettivamente pagate, si è allargato a 111,6 miliardi di euro da 108 miliardi del 2012

Una notizia di: