Notizie su mercato immobiliare ed economia

1 settembre 2017

Deposito prezzo dal notaio, come funziona

La legge sulla Concorrenza ha predisposto il cosiddetto “deposito prezzo dal notaio”. Una norma secondo la quale, quando avviene la compravendita di un’abitazione, i soldi vanno al notaio fino al momento della trascrizione della vendita e, quindi, fino al definitivo passaggio di proprietà. Il meccanismo non è stato accolto con favore dalla Fiaip. Ma vediamo come funziona

Una notizia di:
James Wagman

Scale da infarto, di design o di lusso: 13 esempi a cui ispirarsi

Una notizia di:

Euribor, come sta cambiando il tasso di riferimento per i mutui

L’European Money Market Institute (Emmi) è impegnato a offrire ai mercati entro fine anno un nuovo Euribor, il tasso di riferimento per mutui e investimenti. L’obiettivo è renderlo più affidabile e maggiormente agganciato alla realtà

Una notizia di:

Spesometro 2017, si attende la proroga al 2 ottobre

Si attende la firma del Dpcm per il rinvio dello spesometro. C’è dunque attesa per la proroga ufficiale, che dovrebbe ormai essere imminente. L’attuale scadenza è fissata per lunedì 18 settembre, ma con lo slittamento in avanti si dovrebbe arrivare al 2 ottobre. La nuova data, infatti, dovrebbe essere fissata per il 30 settembre, che però è un sabato e quindi il tutto verrebbe spostato al primo giorno utile dopo il fine settimana

Una notizia di:
Gtres

Agevolazioni prima casa e inagibilità, cosa succede se si vuole acquistare una seconda abitazione

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito cosa accade nel caso in cui un’abitazione comprata con i benefici prima casa venga dichiarata inagibile a seguito del terremoto e si voglia acquistarne un’altra. Si può usufruire nuovamente delle agevolazioni? Vediamo quanto spiegato

Una notizia di:

Quanto costa l’asporto dei rifiuti

Quest’anno, come segnalato dalla Cgia di Mestre, le famiglie e le imprese italiane pagheranno 9,1 miliardi di euro per l’asporto dei rifiuti. In particolare, tra il 2017 e il 2016, per un nucleo familiare con 2 componenti la maggiore spesa sarà del 2%, con 3 dell’1,9%

Una notizia di:

Ricostruzione post terremoto, dal Parlamento Ue 1,2 miliardi di euro

Uno stanziamento di 1,2 miliardi di euro dal Fondo di solidarietà dell’Unione europea per aiutare il nostro Paese nella ricostruzione post terremoti che hanno colpito il Centro Italia è stato approvato dalla commissione Bilanci del Parlamento europeo

Una notizia di: