Notizie su mercato immobiliare ed economia

10 problemi che nascono comprando mobili per la casa e che sono stati risolti da Ikea

Autore: Redazione

Scritto da Carlos Salas (collaboratore di idealista news)

Con quasi 300 negozi in tutto il mondo e un fatturato di oltre 32 miliardi di euro, l’azienda svedese Ikea continua a crescere grazie a un semplice modello: porre fine al terrore che nasce quando si devono comprare cose per la casa.

Perché Ikea ha surclassato in poco tempo gli altri negozi di mobili? Qual è il segreto della sua crescita? Si può copiare il suo modello di business? Tutto si basa su quello che Ikea ha riassunto con questi 10 problemi.

Problema numero 1: lo shopping. Recarsi in un negozio di arredamento era una tortura, Ikea ha trasformato tutto ciò in una sorta di divertimento, concependo i suoi negozi come parchi tematici dove si può andare per fare una passeggiata.

Problema numero 2: saltare da un negozio all’altro. Prima i mobili in un negozio. Le lampade in un altro. I tappeti in un altro ancora. Ikea ha messo tutto nello stesso posto.

Problema numero 3: il prezzo. Un letto, un divano, un tavolo da pranzo ... Si poteva acquistare poco a poco perché ogni pezzo era costoso. Con la sua rivoluzione dei prezzi Ikea ha cambiato anche questo aspetto, consentendo di fare più acquisti nello stesso momento.

Problema numero 4: il montaggio. Prima nessuno montava i mobili perché era compito specifico degli assemblatori specializzati, per i quali si pagava. Adesso tutti possono montare i mobili Ikea, grazie alle loro istruzioni universali.

Problema numero 5: nulla da mangiare. Andando in giro per negozi tradizionali, si rischiava di trascorrere l’intero pomeriggio alla ricerca del mobile ideale senza poter sgranocchiare nulla. L’angolo ristoro di Ikea ha trasformato la fine dell’acquisto in un premio.

Problema numero 6: le file. Tutto il mondo nello stesso negozio, allo stesso tempo. Ikea rende l’esperienza dell’acquisto meno stressante creando un percorso e consentendo alle persone di muoversi per l’area espositiva senza rischiare assembramenti.

Problema numero 7: mobili per sempre. Ikea ha cambiato il concetto del mobile per tutta la vita. I suoi mobili, dal momento che sono più economici, possono essere cambiati più spesso.

Problema numero 8: i bambini fastidiosi. Ikea ha previsto appositi spazi dedicati ai più piccoli. In questo modo, i genitori sono liberi di fare gli acquisti in tutta tranquillità.

Problema numero 9: design orribile. Solo i più facoltosi avevano la possibilità di acquistare mobili di design, gli altri si dovevano accontentare. Ma sono arrivati i designer svedesi ​​con il loro stile zen che ha dato vita a mobili funzionali e moderni.

Problema numero 10: il provincialismo. L’Ikea ha dato un colpo di spugna al provincialismo. Basta pensare che la stessa lampada magari viene acquistata da Lady Gaga a New York.

Post scriptum: l’unico problema che Ikea non è riuscita a superare è l’assenza di luce naturale nei suoi negozi e la presenza di corridoi interminabili.