Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come raffreddare la casa senza condizionatore in estate

Houzz
Houzz
Autore: Redazione

Il caldo torrido di questi giorni può essere il peggiore dei nemici soprattutto per chi vive in una casa senza aria condizionata. Eppure, anche in estate, non mancano i “trucchi” per rinfrescare anche gli appartamenti più infuocati. Ecco i consigli degli esperti di Houzz.

Stacca tutte le prese

Tutti i dispositivi elettronici emettono calore, quindi sarebbe utile scollegare tutte le prese che non vengono utilizzate. Su tutte, quelle di tv e computer. Inoltre, anche se un’apparecchiatura è in stand-by, può ancora emettere calore. Quindi bisogna staccare anche i caricatori dei cellulari.

Aria condizionata fai da te

Per trasformare un ventilatore da tavolo in condizionatore basta poco. O almeno ci si può provare, posizionando una ciotola con del ghiaccio davanti alle pale, in modo che l’aria si raffreddi. Questa offre un flusso di aria “ghiacciata” concentrato.

Raffredda il guanciale

A volte i rimedi più semplici sono anche quelli più pratici, così per un po’ di refrigerio notturno può essere utile avvolgere nella pellicola trasparente il cuscino e metterlo nel freezer la sera, per poi tirarlo fuori appena prima di andare a dormire. L’effetto dovrebbe durare abbastanza per farti addormentarti tranquillamente.

L’importanza dei tessuti

Soprattutto nella camera da letto, andrebbero sempre evitati i materiali sintetici, perché non lasciano traspirare la pelle correttamente fino a far salire la temperatura corporea, specialmente in un letto caldo. Per le lenzuola la scelta migliore è lino o cotone, evitano una sudorazione eccessiva.

Una borsa dell’acqua ghiacciata

Anche in piena estate può tornare utile la borsa dell’acqua calda. Stavolta, però, va riempita di acqua fredda, messa in freezer e poi infilata tra le lenzuola prima di andare a letto. In alternativa si possono anche congelare pacchi di riso o grano per creare una borsa del ghiaccio portatile da mettere dietro al collo.

Spegni le luci

Per evitare che una stanza si surriscaldi, se possibile, andrebbero spente tutte le luci. Installare lampadine a risparmio energetico, per ridurre la quantità di energia che poi si trasforma in calore, è un altro consiglio utilissimo.

Riduci i tempi della doccia

Fare una doccia, anche se non troppo calda, riscalda subito un bagno piccolo, per questo i tempi andrebbero ridotti al minimo. Mentre per rinfrescare l’ambiente, so potrebbe riempire la vasca o il lavandino con un po’ di acqua fredda, magari aggiungendo anche del ghiaccio per per mettere a bagno vestiti e asciugamani da avvolgere in testa per far calare la temperatura del corpo.

Difendersi dal sole e far circolare l'aria

Tutte le finestre esposte a sud andrebbero schermate durante il giorno, con tende o persiane ben chiuse per bloccare il più possibile la luce diretta del sole. Ma quando il sole smette di “battere”, la chiave per raffreddare un interno afoso è aumentare il flusso di aria aprendo porte e finestre per creare un po’ di corrente fresca.

Crea uno schermo sul balcone

Ralizzare uno schermo per il sole con il bambù rinfrescherà un po’ il balcone e le camere, bloccando la luce diretta del sole, e offrirà privacy in più. Il bambù cresce velocemente ed è abbastanza semplice da gestire.