Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come trasformare casa tua nel tuo nuovo “ufficio”

I consigli per lavorare al meglio e con ogni comfort dal proprio appartamento

Freepik
Freepik
Autore: Redazione

Articolo scritto da Sandra Barañano, direttrice tecnica di Cuida Tu Casa

Durante il lockdown molte persone hanno continuato a svolgere le proprie mansioni in smart working e in molti casi continueranno anche con la ripresa. Pertanto, molte case hanno dovuto essere convertite in “uffici”. L’organizzazione dello spazio deve essere pianificata con attenzione se vogliamo evitare interferenze in concentrazione lavorando con efficienza e comfort.

Prima di tutto, è essenziale conoscere il l’orario di lavoro e collocare il computer in un punto preciso nell’ottica di sfruttare al massimo la luce naturale. E se non c’è spazio in casa per un ufficio vero e proprio, è possibile creare uno spazio multiuso nel soggiorno, ad esempio, utilizzando un tavolo pieghevole.

In ogni caso, è essenziale  prendersi cura della propria postura , quindi un buon arredamento può essere il miglior investimento per evitare lesioni future, sia su una buona sedia che su una comoda scrivania regolata a un'altezza corretta.

Per quanto riguarda il comfort climatico, va ricordato che la temperatura perfetta varia tra 19 e 23 gradi, il che consente di lavorare a proprio agio e risparmiare sulla bolletta. In questo senso, è anche importante che le finestre siano adeguatamente isolate per evitare perdite.

Per quanto riguarda il comfort della luce, la scrivania dovrebbe essere vicina ad un punto di luce naturale. Gli orientamenti Nord e Sud sono ideali, poiché hanno luce indiretta per tutto il giorno. Tuttavia, per lavorare con il computer è meglio essere davanti alla luce per evitare qualsiasi tipo d’abbaglio.

Il silenzio è essenziale per concentrarsi. E anche in questo senso, la qualità delle finestre è molto importante, oltre che per garantire l’assenza di spifferi. Per mitigare il rumore che arriva dall’esterno, un buon isolamento delle pareti può rappresentare una giusta opzione se stai pensando a una prossima ristrutturazione.

Ricorda che i tessuti assorbono il rumore, oltre a decorare le stanze della casa, quindi, possono evitare che si generino echi e rumori in altre aree. Molti rumori provengono dal bagno, ma di solito sono facili da minimizzare; ad esempio, isolando i tubi per mitigare gli incanalamenti.

E in termini di salute e benessere, è di vitale importanza ventilare quotidianamente per almeno 15 minuti. Allo stesso modo, in caso di qualsiasi segno di umidità, un professionista deve essere informato prima di 'coprirlo', in modo da evitare di affrontarlo di nuovo.