Notizie su mercato immobiliare ed economia

Energie rinnovabili sugli edifici, altro tempo perso

Autore: Redazione

Nella Finanziaria 2008 si introduceva a partire dal 1 Gennaio 2009 l'obbligo di integrazione delle energie rinnovabili nella costruzione di nuovi edifici. Il breve governo Prodi era riuscito a partorire questa norma nella finanziaria 2008 (Articolo 1, comma 289
)

Dal primo gennaio 2009 doveva scattare l'obbligo. Poi era slittato al 2010. Adesso è stato rimandato un'altra volta al 2011. Il decreto milleproroghe ha fatto perdere un'altra opportunità alla sostenibilità delle nuove case

La norma  stabiliva che per costruire deve essere prevista, per gli edifici di nuova costruzione, l’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 1 kW per ciascuna unità abitativa, compatibilmente con la realizzabilità tecnica dell’intervento. Per i fabbricati industriali, di estensione superficiale non inferiore a 100 metri quadrati, la produzione energetica minima è di 5 kW

Il comitato di Indirizzo della associazioni ambientaliste e del settore industriale delle energie rinnovabili hanno scritto al Presidente della Camera Gianfranco Fini chiedendo che non venga ulteriormente rinviata questa scadenza

 

Pubblicità:

Ottieni subito il tuo Ape con idealista

Richiedilo subito e in meno di 24h lavorative un nostro tecnico ti chiamerà per fissare un appuntamento e visitare il tuo immobile. In 48h lavorative dalla visita riceverai il tuo attestato di prestazione energetica. Sicuro, facile e veloce!

Richiedi la certificazione energetica