Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tabelle millesimali condominio, chi paga per la modifica

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Gli oneri condominiali vengono ripartiti tramite le tabelle millesimali, che devono essere revisionate nel momento in cui vengono effettuate modifiche al condominio. Ma in tali casi chi paga?

Modifiche condominiali

Si parla di modifiche al condominio quando, ad esempio, viene effettuato un intervento di sopraelevazione all’ultimo piano oppure quando viene recuperato a fini abitativi il sottotetto, o ancora quando un’unità abitativa viene suddivisa in più parti oppure quando depositi o magazzini diventano fruibili come abitazioni.

Revisione tabelle millesimali, chi paga

Ma tutti i condomini devono pagare per la revisione delle tabelle millesimali oppure solo coloro che hanno effettuato interventi che hanno modificato il condominio? Ebbene, secondo quanto previsto dall’articolo 69 delle Disposizioni d’attuazione del Codice Civile, chi ha realizzato opere modificative del condominio che hanno alterato per più di 1/5 il valore proporzionale dell’unità immobiliare anche di un solo condomino deve sostenere in proprio tutti i costi connessi alla relativa revisione delle tabelle.

Laddove siano presenti sia la modifica che la conseguente alterazione superiore a 1/5 non si potrà legittimamente imporre alcun pagamento a chi non ha attuato alcune delle modifiche che hanno portato alla necessità di rettificare le tabelle millesimali.

Il condomino a cui viene richiesto di sostenere i costi per la rettifica delle tabelle millesimali ha diritto a impugnare la delibera che prevede tale pagamento, dovendo però provare che tutte le condizioni si sono verificate per fatto di uno o più condomini, in caso contrario sarà soccombente.

Articolo visto su
Chi paga per le nuove tabelle millesimali (La stampa)