Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agevolazioni Imu per case in comodato d’uso, non serve il modulo comunale

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Cosa serve per poter godere delle agevolazioni Imu per le case in comodato d’uso? A spiegarlo una sentenza della Cassazione.

Con la sentenza 8627/2019, la Cassazione ha spiegato che per avere diritto delle agevolazioni Ici-Imu sulla casa concessa in comodato ai figli non serve aver compilato il modulo comunale, è sufficiente l’invio per fax dell’atto notorio.

Ma vediamo la vicenda. Il Comune aveva notificato un avviso di accertamento per mancato pagamento dell’Ici dovuta per il 2004, senza tener conto della riduzione prevista per gli immobili concessi in comodato ai figli, in quanto non aveva ricevuto il modulo ufficiale con la comunicazione della variazione della situazione immobiliare del contribuente.

Il contribuente stesso, però, aveva inviato per fax un atto notorio, dimostrando anche come questo immobile fosse effettivamente usato come abitazione principale dei figli, benché non ufficialmente residenti.

La Cassazione ha dato ragione al contribuente, in quanto era stata fornita concretamente prova dell’uso come abitazione principale e in quanto il Comune doveva sapere – essendo stato inviato il fax – della concessione in comodato, anche in base al principio di collaborazione e buona fede espresso nello Statuto del contribuente.

Articolo visto su
Casa in comodato, per il bonus non serve il modulo comunale (Il sole 24 ore)