Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imposta sulla casa, agevolazioni valide anche per due unità catastali

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Con l’ordinanza 9078 del 2 aprile 2019, la Cassazione ha stabilito che l’agevolazione Ici per la prima casa non è limitata a un solo immobile. Vediamo quanto specificato sul fronte dell'imposta sulla casa.

L’ordinanza della Cassazione afferma che l’esenzione Ici per l’abitazione principale non è limitata a un solo immobile. Il contribuente, infatti, può utilizzare due o più immobili come prima casa e avere diritto all’esenzione, anche se le unità immobiliari sono iscritte autonomamente in catasto. Ciò che conta è la destinazione degli immobili come prima casa.

La Cassazione ha sottolineato che non assume alcun rilievo “il numero delle unità catastali” e che le stesse siano distintamente iscritte in catasto, a patto che “il derivato complesso abitativo utilizzato non trascenda la categoria catastale delle unità che lo compongono”.

Nel caso in cui il contribuente utilizzi due o più immobili come unica unità immobiliare destinata ad abitazione principale, Cassazione e Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno espresso due posizioni differenti per quanto riguarda la spettanza dei benefici fiscali.

Sia per l’Ici che per l’Imu, il Ministero ha sostenuto che l’esenzione può essere riconosciuta solo per un immobile. In particolare, con la circolare 3/2012 ha precisato che l’abitazione principale deve essere costituita da una sola unità immobiliare iscritta o iscrivibile in catasto, a prescindere dalla circostanza che, di fatto, venga utilizzato più di un fabbricato. Le singole unità immobiliari vanno assoggettate separatamente a imposizione, ciascuna per la propria rendita. Il contribuente può scegliere quale destinare a prima casa. Nello specifico, le diverse unità immobiliari devono essere possedute da un unico titolare e devono essere contigue.

Con la sentenza 2830/2018, la Commissione tributaria regionale di Roma ha chiarito che i contribuenti che intendono fruire dell’esenzione per l’abitazione principale devono presentare al Comune un’apposita dichiarazione, se utilizzano due o più immobili come unica unità immobiliare destinata a prima casa, per consentire all’ente di poter controllare la sussistenza dei requisiti.

Articolo visto su
Bonus prima casa ampio (Italia oggi)