Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cappotto termico in condominio, cosa sapere prima di approvare i lavori

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Con la sentenza 17997/2020, il Tribunale di Roma ha evidenziato quali sono gli importanti passi da seguire se si vuole realizzare il cappotto termico in condominio e cosa è necessario sapere prima di dare il via ai lavori. Vediamo dunque a cosa è necessario prestare attenzione. 

Secondo quanto sottolineato dai giudici, prima di approvare i lavori per la realizzazione del cappotto termico in condominio bisogna condurre uno studio di fattibilità. Da tale studio "potrebbe emergere che gli spessori del cappotto possono diminuire l'area calpestabile di balconi e spazi comuni, incidendo sulla sfera patrimoniale di alcuni condòmini". Lo studio di fattibilità è dunque molto importante, permette infatti di essere pienamente consapevoli dell'impatto che l'intervento per la realizzazione del cappotto termico in condominio avrà sull'edificio e sulle singole abitazioni.
 
Con l'obiettivo di semplificare l'iter dell'approvazione, in determinati casi, l'assemblea condominiale può nominare un consiglio ristretto di condòmini a cui spetta comparare i preventivi e selezionare le offerte. E' bene però sapere che le decisioni del consiglio ristretto, per essere valide e vincolanti per tutti i condòmini, devono essere votate e approvate dall'intera assemblea condominiale.