Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pietro Grasso: "La classe politica è incapace di intercettare i bisogni di chi aspira a una casa, una famiglia, un futuro"

Pietro Grasso riceve un omaggio del presidente del Senato spagnolo, Pio Garcia-Escudero
Pietro Grasso riceve un omaggio del presidente del Senato spagnolo, Pio Garcia-Escudero

Trump, Unione Europea, immigrazione, ma anche terremoto e legge elettorale. Sono alcuni dei temi affrontati dal presidente del Senato Pietro Grasso, ospite del "Nueva economia forum” di Madrid. Durante l'incontro aperto a impresari e giornalisti, la seconda carica dello Stato è stato particolarmente duro nel condannare l'immaturità della classe politica occidentale, incapace di rispondere ai bisogni di chi cerca una casa, una famiglia e un futuro. Un fallimento che ha portato alla nascita di movimenti "populisti" e "reazionari".

Grasso ha voluto aprire il suo intervento con un affettuoso ricordo ai terremotati e a chi è stato colpito dai fenomeni metereologici, ricordando che ora "non è il momento della polemica, ma della coesione e dell’impegno. E’ il momento di salvare vite, e dopo arriverà il tempo delle verifiche, delle colpe e delle responsabilità".

Europa la grande assente del Mediterraneo

Se il Mediterraneo è "mare e padre di tutti noi",  e "uno dei luoghi più fecondi dell'umanità", la grande assente è proprio l'Europa, "chiusa in egoismi e particolarismi,  che ha perso l'opportunità di "vigilare sulla primavera araba".  Oggi terrorismo, immigrazione e crisi economica chiamano l'Europa verso importanti responsabilità e la necessità di raggiungere tre obiettivi: "crescita economica e lavoro per i tanti cittadini europei che l'hanno perso a causa della crisi; gestione dei flussi migratori, con una equa ripartizione tra gli Stati membri, e  lla conquista di un peso geopolitico con un'autentica politica esteriore e di difesa comune".

Per quanto riguarda l'immigrazione, Grasso ha voluto sottolineare come ormai non si tratti più di un'emergenza, "ma di un problema strutturale, che ha bisogno di una soluzione globale".  Su questo punto esiste una convergenza tra Italia e Spagna, propensi ad avviare un intervento nei Paesi Africani dove nasce il fenomeno migratorio, "perché aiutare queste persone non è solo un dovere giuridico, ma umano".  

Il fallimento della classe politica

Il Brexit, la vittoria di Trump e la grande affluenza al referendum di dicembre sono segnali del gran disagio della popolazione, ormai divisa tra chi si è salvato dalla grande crisi e chi ne è stato vittima. "Non bisogna lasciare che il dibattito politico si trasformi in un terreno di scontro, ma deve essere capace di dare una risposta ai problemi reali dei cittadini": 

"La classe politica si è dimostrata incapace di rispondere alle aspirazioni di chi vuole comprarsi una casa, farsi una famiglia o costruirsi un futuro": L'immaturità e l'incapacità della democrazia attuale - che non sa sfruttare le potenzialità dei mezzi di comunicazione - "hanno portato all'auge di movimenti populisti e reazionari".

Su Trump, il presidente del Senato non ha voluto dare un'opinione definitiva, perché "dopo le parole, aspettiamo di vedere anche i fatti", anche se le prime decisioni mostrano degli elementi di disgregazione. Per esempio, possiamo dare per concluso il trattato di libero commercio con l'Unione".

L'importanza del dibattito parlamente

Grasso ha voluto sottolineare l'importanza del Parlamento, come "assemblea rappresentative che tutela le minoranze e permette alle opposizioni di trasformarsi in maggioranza nelle successive elezioni". Non a caso ha ricordato l'ex magistrato "La Suprema Corte inglese ha decreato che sia il Parlamento a decidere sul Brexit, questo per tutelare i cittadini che vengono rappresentati da quel Parlamento".

In questo panorama, Grasso pensa che sia importante tutelare l'esistenza del Senato, anche se è una trasformazione è importante. "Penso al Senato come una camera di riflessione sui temi etici, più sociali che politici, ma anche come uno strumento di controllo dell'iter legislativo".

Continuità più importante della stabilità

Rispondendo a una domanda di idealista news sulla sentenza della Consulta sulla leggittimità della legge elettorale, Grasso ha voluto sottolineare come questa non dovrebbe avere conseguenza sulla durata della legislatura, perché "servirà tutto il resto della legislatura per affrontare e risolvere i problemi emersi dal referendum". "Il governo dovrà continuare ad operare, mentre toccherà al Parlamento trovare una soluzione condivisa sulla legge elettorale".

Sul recente cambio di governo, con le dimissioni di Renzi e l'arrivo di Gentiloni, Grasso si è espresso dicendo che "bisogna trovare un giusto equilibrio tra rappresentanza e stabilità. Non è tanto importante la stabilità, ma che i governi che si succedano continuino nell’opera del governo precedente, come è accaduto con i recenti governi di Letta, Renzi e adesso con Gentiloni".