Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come investire piccole somme senza rischi

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Lasciare i propri risparmi a stagnare nei conti correnti non è quasi mai una buona idea. Ma come si fa a investire piccole somme senza rischi? Basta seguire qualche consiglio.

Gli esperti di La legge per tutti hanno stilato una guida con indicazioni utili su come investire i risparmi senza rischi con pratiche finanziare trasparenti e più sicure possibili, con l’obiettivo di garantirsi una piccola ma sicura rendita economica per incrementare la solidità finanziaria.

Diversificare

Investire tutti i propri risparmi in un unico strumento economico o in un singolo settore è estremamente controproducente per diversi motivi. Innanzitutto, ti espone ai cali fisiologici, sempre possibili per ogni settore finanziario.

In secondo luogo, questa pratica poco oculata può vincolare tutti i tuoi fondi a un investimento specifico che può prevedere tempi di uscita più o meno lunghi in caso di necessità. Infine, legare tutti i tuoi fondi ad un singolo investimento ti impedisce di essere reattivo sul mercato e sfruttare di conseguenza le possibilità che esso può improvvisamente offrirti.

Buoni fruttiferi postali

Il primo servizio finanziario per investire anche piccole somme senza correre rischi è quello dei buoni fruttiferi postali di Poste Italiane. Questo strumento ha diversi vantaggi rispetto ad altri analoghi: è garantito dallo stato italiano, non ha costi di sottoscrizione ed è soggetto a una tassazione agevolata del 12,5% sugli interessi maturati.

Questi buoni, acquistabili anche con un investimento minimo di 50 euro, hanno un rendimento annuo che varia dallo 0,1% al 2,25%, in base alla scadenza del titolo e all’elasticità consentita per l’uscita e il conseguente rimborso della cifra investita.

Conti deposito

I conti deposito, consentiti da diversi istituti bancari, rappresentano un altro utile strumento finanziario privo di rischi. Consistono nel vincolare una parte del tuo patrimonio per un periodo di tempo limitato, guadagnando attraverso un piccolo interesse.

L’unico rischio di questo strumento è derivante dal fallimento dell’istituto bancario, ipotesi che grazie al supporto dello Stato italiano è comunque quasi sempre scongiurata. Si tratta di un’alternativa abbastanza snella che porta a guadagni paragonabili a quelli dei buoni fruttiferi postali con un rischio decisamente basso.

Piani accumulo

Questo strumento permette di investire mensilmente delle cifre anche modeste (si parte da 50 euro) insieme a società che si occupano di investire e massimizzare i profitti di questa quota, attraverso una miscela di titoli di stato e fondi azionari, di cui è generalmente possibile decidere il settore (per esempio paesi emergenti).

Esistono diverse soluzioni fra cui scegliere: i Bot che hanno durata variabile fra i tre e i 12 mesi, senza cedole; i Btp Italia della durata variabile fra i quattro e gli otto anni, con cedola annuale pagata in due rate semestrali; i Buoni del tesoro poliennali (Btp) che hanno una durata compresa fra i tre e i 50 anni e concedono una cedola semestrale di entità fissa.

I Cct che hanno una durata di 7 anni con cedola semestrale a tasso variabile; i Buoni del tesoro poliennali indicizzati all’inflazione europea (BTP€i), che si distinguono dai BTP ordinari per la durata di cinque o di dieci anni e per la cedola semestrale variabile in base all’andamento dell’inflazione europea.

Oro e diamanti

Un’altra alternativa di investimento è composta dai cosiddetti beni rifugio, come oro e diamanti. Gli investimenti in questo settore vengono da sempre considerati fra i più redditizi, in quanto non risentono di particolari cadute di prezzo, e anzi, vedono solitamente un cospicuo aumento del loro valore nei momenti più negativi del mercato azionario.

Occorre prestare particolare attenzione all’andamento del valore di oro e diamanti. Prima dell’acquisto, considera l’attuale prezzo per grammo dell’oro e il listino prezzi dei diamanti sul Rapaport diamond report.