Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decreto sostegni bis, dalla prima casa agli stagionali

Foto di Steve Buissinne da Pixabay
Foto di Steve Buissinne da Pixabay
Autore: Redazione

Ultime notizie di oggi sul decreto sostegno bis, atteso da giorni per la sua approvazione nel Consiglio dei Ministri, ma che molti si chiedono quando arriva. Vediamo le novità sul decreto sostegni bis che riguardano i bonus per stagionali, collaboratori sportivi e intermittenti e i mutui prima casa

Mela della discordia è sicuramente l'introduzione del superbonus 110 anche per i beni strumentali delle imprese. Il problema anche in questo caso è quello dei fondi disponibili

Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto per le partite IVA del decreto sostegni bis,  questi non verranno erogati in un'unica soluzione, ma in due rate. La modalità di calcolo sarà distinta perché verrà calcolata sulla base della perdita media mensile di fatturato registrata dal 1º aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto all'analogo periodo 2019-2020.

Una delle novità, presente anche nel primo decreto Sostegno, e che sicuramente sarà prorogato nel sostegno bis è il bonus di 2400 euro erogato a: stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli citati in precedenza; lavoratori intermittenti; lavoratori autonomi occasionali; lavoratori incaricati alle vendite a domicilio; lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dello spettacolo.

Il capitolo prima casa del decreto sostegni bis prevede l'esenzione fino al 31 dicembre 2022 delle imposte di registro, ipotecarie e catastali per gli under 36 e per gli stessi un accesso prioritario al Fondo di garanzia prima casa. Sempre per quanto riguarda i mutui prima casa con il decreto sostegno bis questi verranno garantiti dallo stato senza quindi obbligo di anticipo.