Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imu: il saldo di dicembre potrebbe riservare brutte sorprese ai contribuenti

Autore: Redazione

Il gettito di giugno dell'imposta sulla casa è stato in linea con le aspettative del governo, che ha già annunciato che non ritoccherà le aliquote sulle prime e seconde abitazioni. Pericolo scampato quindi? sembrerebbe proprio di no. Secondo un articolo del sole24ore, infatti, il conguaglio di dicembre potrebbe riservare delle brutte sorprese ai contribuenti, che potrebbero pagare anche il doppio di quanto già versato nella prima rata

Tutto dipenderà dalle aliquote fissate dai comuni. Se per esempio, l'aliquota fissata per la prima casa dovesse passare dallo 0,4 allo 0,5 al contribuente toccherà pagare un 25% in più di imposta. Con un imponibile di 100.000 euro, per esempio, la tassa con lo 0,4% di aliquota è uguale a 200 euro, 100 delle quali da versare a giugno. Ma con lo 0,5% l'imposta passa a 500 euro e quindi, tolti detrazione e acconto, ne rimangono ancora 200 da versare. Ancora più nero il quadro per la seconda casa.  Nel caso in cui l'aliquota ordinaria dello 0,76% sia stata portata all'1,06% per cento, l'aumento della rata sarà pari al 79%

Calcola l'importo del conguaglio imu

Tutto quello che vuoi sapere sull'imu