Notizie su mercato immobiliare ed economia

Imposte per acquisto case all'asta, proroga delle agevolazioni nella legge di Stabilità

Autore: Redazione

Il decreto sul credito cooperativo aveva introdotto un'importante agevolazione per chi acquista un immobile all'asta. Le imposte di registro, catastali e ipotecarie venivano sostituite, entro il 31 dicembre 2016, da una tassa piatta di 200 euro. Ora un articolo della legge di Stabilità proroga l'agevolazione entro giugno 2017.

L'articolo 7 della legge di stabilità (Modifica alla disciplica fiscale dei trasferimenti immobiliari nell'ambito di vendite giudiziarie), prevede le seguenti modifiche all'articolo 16 del decreto legge del 14 febbraio 2016 n18, convertito in legge 8 aprile 2016 n49.

a) al comma 1, le parole "due anni" son sostituite dalle seguenti "cinque anni"
b) al comma 2, la parola "biennio" è sostituita dalla seguente "quinquiennio"
c) al comma 3 le parole "31 dicembre 2016" sono sostituite dalle seguenti "30 giugno 2017"

Due sono le importanti novità al tema delle aste giudiziarie. Il primo riguarda la proroga della tassazione agevolata fino al 30 giugno 2017. Chi acquista una casa all'asta potrà quindi beneficiare dell'imposta fissa di duecento euro, sostituitiva di quelle di registro, ipotecarie e catastali. 

Cinque anni per rivendere l'immobile

La seconda novità riguarda il termine dei due anni, entro i quali l'immobile doveva essere rivenduto per non perdere le agevolazioni. I due anni entro i quali l'acquirente deve trasferire l'immobile per non decadere dal beneficio dell'imposta agevolata e pagare gli interessi di mora e la sanzione amministrativa passeranno infatti a cinque.