Notizie su mercato immobiliare ed economia

Nuova cittadella finanziaria a Cagliari, gli ex Magazzini dell’Aeronautica di via Simeto diventeranno sede unica dell’Agenzia delle Entrate

Autore: Redazione

Il direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, e il Provveditore alle Opere Pubbliche del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Vittorio Rapisarda, hanno firmato la convenzione per la progettazione, il coordinamento alla sicurezza e la direzione lavori finalizzata a riqualificare gli ex Magazzini dell’Aeronautica di via Simeto a Cagliari, che ospiteranno la nuova Cittadella Finanziaria sul modello del federal building.

A partire dal 2023, saranno accorpati in un’unica sede, di oltre 15mila metri quadrati, gli uffici dell’Agenzia delle Entrate dislocati in città, con oltre 600 dipendenti. In particolare, gli uffici che vengono accorpati sono: la Direzione Regionale, la DP di Cagliari con i due uffici territoriali di Ca1e Ca2, l’Ufficio Provinciale Territorio – Cagliari, il CAM e il Centro Operativo di Cagliari.

Grazie a quest’operazione, saranno abbattuti i costi sostenuti per i contratti di locazione passiva di quattro uffici (ubicati in via Pintus, via Jenner, via Bacaredda e località San Lorenzo), con un risparmio annuo per le casse dello Stato di circa 4 milioni di euro e sarà offerto un servizio più funzionale ai cittadini.

La stima totale dell’intervento di riqualificazione prevede un investimento di circa 50 milioni di euro, di cui 25,3 milioni sono stati già finanziati dall’Agenzia delle Entrate, mentre la restante quota sarà reperita con fondi dell’Agenzia del Demanio.

L’attività di progettazione e direzione lavori per la riqualificazione del bene sarà coordinata dal Provveditorato alle Opere Pubbliche Lazio-Abruzzo-Sardegna e darà importanti opportunità di lavoro a professionisti e imprese del territorio, apportando benefici per l’economia della città di Cagliari.

Il progetto si inserisce all’interno di un più ampio piano di rigenerazione che il Comune sta portando avanti anche grazie alle possibilità offerte dal “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia” promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.