Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecobonus 110, da Poste Italiane il simulatore per la cessione del credito

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Dopo l'annuncio di qualche settimane fa, Poste Italiane ha specificato i dettagli dell'offerta, rivolta a privati e aziende, per la cessione del credito dell'ecobonus 110. Sul sito è presente anche un simulatore con cui è possibile calcolare il valore del credito ceduto del superbonus

Per potere cedere il credito maturato con gli interventi ammessi all'ecobonus 110 a Poste Italiane bisogna:

  • Essere titolare di un credito di imposta ai sensi del Decreto Legge n. 34 del 19.05.2020 convertito con modifiche nella Legge n. 77 del 17.07.2020
  • essere titolare di un Conto Corrente BancoPosta ed essere abilitato all’Internet Banking.
  • effettuare la rischiesta online, inserendo le credenziali dell'internet banking, o recandosi in uno degli uffici postali portando con sé documento di identità e codice fiscale. 
  •  Comunicare all'Agenzia delle Entrate a cessione del credito verso Poste Italiane, secondo le modalità previste dall’Agenzia per le diverse tipologie di credito e opzioni di cessione.
  • È possibile seguire l'avanzamento della propria pratica via e-mail. In caso di esito positivo il valore dei crediti sarà accreditato direttamente sul conto corrente BancoPosta.

Il simulatore di Poste Italiane si può utilizzare non solo per l'ecobonus 110, ma per tutte le detrazioni che, secondo il decreto del Rilancio, sono ammesse alla cessione del credito. In particolare:

  • Superbonus al 110%: credito d’imposta ai sensi dell’art.119 del Decreto Rilancio (DL n. 34/2020), per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, ripartito in 5 quote annuali;
  • Ecobonus ordinario (efficienza energetica): credito d’imposta ai sensi dell’art. 14 del DL n. 63/2013) per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2021, ripartito in 10 quote annuali;
  • Sismabonus ordinario (misure antisismiche): credito d’imposta ai sensi dell’art. 16, commi da 1-bis a 1-septies del DL n. 63/2013, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2021, ripartito in 5 quote annuali;
  • Recupero patrimonio edilizio
  • Recupero o restauro facciate
  • Installazione di impianti fotovoltaici
  • Installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici
  • Bonus vacanze