Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come si paga il conguaglio Imu 2020

Le modalità di pagamento della scadenza di febbraio 2021

Autore: Redazione

Il 28 febbraio 2021 è il termine ultimo per il pagamento del conguaglio Imu 2020. Una scadenza rimandata di fatti a lunedì 1º marzo. Vediamo quali sono le modalità di versamento e come si paga la prima rata dell'anno.

Il pagamento del conguaglio Imu 2020 può avvenire attraverso tre diverse modalità

  • Modello F24
  • Bollettino di c/c postale
  • Piattaforma pagoPa

Nel modello F24, bisogna compilare la "sezione Imu e altri tributi locali" e gli importi da versare si indicano nella colonna "importi a debito versati" con le seguenti indicazioni:

  • Spazio "codice ente/codice comune" è riportato il codice catastale del comune nel cui territorio sono situati gli immobili
  • Spazio "ravv" barrare la casella se il pagamento si riferisce al ravvedimento
  • Spazio "numero immobili" indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre)
  • Spazio "anno di riferimento" deve essere indicato l'anno di imposta cui si riferisce il pagamento. Nel caso in cui sia barrato lo spazio "ravv" indicare l'anno in cui l'imposta avrebbe dovuto essere versata
  • Spazio "saldo", se si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, è necessario barrare entrambre le caselle

In caso di versamento tramite bollettino postale, il numero di conto corrente (1008857615, uguale per tutti i comuni italiani) e l’intestazione sono già prestampate. Sul bollettino bisognerà indicare:

  • l’importo dovuto;
  • se si tratta di versamento in acconto oppure a saldo;
  • il codice del Comune;
  • il numero dei fabbricati posseduti in quel comune.