Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cadre, la startup immobiliare di Jared Kushner (genero e consigliere di Donald Trump)

Wikimedia commons
Wikimedia commons
Autore: Redazione

Si chiama “Cadre” ed è la startup immobiliare di Jared Kushner, genero e consigliere del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Tra i finanziatori ci sono il colosso Andreessen Horowitz, Goldman Sachs, George Soros e Peter Thiel.

Del resto, il settore immobiliare non è affatto sconosciuto alla famiglia Kushner e Trump. Questa volta, però, si punta al digitale. Come sottolineato dalla Repubblica, Cadre è una piattaforma che fa incontrare gli operatori del real estate con i grandi gestori di patrimoni, dai fondi pensione ai family office, aiutando questi ultimi a individuare le proprietà più promettenti su cui investire.

La società, nata a New York nel 2014, ha ottenuto la scorsa settimana un maxi finanziamento: 65 milioni di dollari, con una valutazione superiore agli 800 milioni. Tra i finanziatori figurano alcuni dei maggiori investitori venture americani: Andreessen Horowitz, Goldman Sachs, il numero uno di Alibaba Jack Ma, il magnate George Soros e il Founders Fund creato dal fondatore di PayPal Peter Thiel.

Cadre nasce dall’idea del 29enne Ryan Williams, un giovane imprenditore che si è laureato ad Harvard e poi ha iniziato una carriera nella finanza. Nel 2014 Williams ha deciso di dare vita a un progetto da lui stesso definito “l’Amazon dell’immobiliare”. L’idea è stata quella di creare una piattaforma che permettesse di individuare gli affari più stracciati sul mercato, sulla base del prezzo storico delle case. Ma l’interlocutore non è il cittadino medio. Il servizio è pensato per i grandi patrimoni alla ricerca di investimenti milionari.

Per poter accedere c’è un ticket di ingresso minimo che è di diverse centinaia di migliaia di dollari. Proprio questo ha convinto i fratelli Kushner, compagni di Williams ad Harvard, a supportarlo versando i capitali iniziali con cui acquisire le prime proprietà, da rivendere poi a valori moltiplicati.

In meno di tre anni Cadre ha generato transazioni immobiliari per un valore vicino al miliardo di dollari e ha mostrato enormi potenzialità di crescita, suscitando l’attenzione di alcuni dei maggiori investitori americani in startup innovative. Legami finanziari che, a quanto pare, Jared Kushner non avrebbe denunciato apertamente al suo arrivo alla Casa Bianca.