Notizie su mercato immobiliare ed economia

Investimento nel residenziale resiliente alla pandemia: su quali settori conviene puntare

I dati di Savills indicano Multifamily, Senior housing e Student housing come i settori più attraenti

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Secondo il rapporto di Savills Global Living Report 2020, nei primi tre trimestri del 2020 gli investimenti immobiliari nel settore residenziale hanno rappresentato il 27% degli investimenti immobiliari globali, rispetto al 16% di dieci anni fa. La ricerca mostra anche che il capitale destinato al settore dei fondi è aumentato del 60% negli ultimi quattro anni, passando da 16,4 miliardi di dollari nel 2016 a 26,3 miliardi di dollari nel 2020.

Savills
Savills

Buone speranze quindi per i segmenti multifamily, student housing e senior living, che godono di fondamentali solidi e resilienti che permetteranno di essere la base per la ripresa dato l’attuale contesto economico piuttosto complicato.

In particolare:

  • Multifamily: il sottosettore che ha performato meglio nel 2019 con 223 miliardi di dollari transati a livello globale.
  • Senior Living: il 2019 è stato anche un anno record a livello globale, con volumi di investimento che hanno raggiunto i 21,4 miliardi di dollari.
  • Student Housing: ha dimostrato la sua resilienza, nonostante l’impatto della pandemia che, come primo effetto ha portato alla chiusura delle scuole e delle università. Tra gli investitori più attivi, Blackstone si è dimostrato ancora una volta una forza dominante: attraverso il suo fondo di private equity ha acquisito iQ Student  Accommodation per 4,7 miliardi di sterline (6 miliardi di dollari), risultando il più grande deal immobiliare privato mai realizzato nel Regno Unito.

"Anche con una più ampia incertezza globale come risultato del Covid-19, il settore residenziale si è mostrato più resiliente rispetto ad altre asset class, - conferma  Paul Tostevin, Director - World Research di Savills. “L'attività di investimento è stata trainata in gran parte dal consolidamento di numerose società in diversi sottosettori, tra cui il multifamily e lo student housing. Nonostante gli effetti a breve termine della pandemia dal punto di vista macro-economico, la crescita a lungo termine dei volumi di capitale destinati ad essere investiti nell’asset class residenziale risulta evidente. Gli investitori non cercano solo di diversificare i loro portafogli immobiliari, ma cercano quei flussi di reddito stabili per i quali il settore è diventato così attraente".

Student e senior housing in Italia

L’Italia ha uno dei più bassi livelli di offerta e una importante base di domanda strutturalmente non soddisfatta; rappresenta quindi di fatto una significativa ed interessante opportunità per gli investitori internazionali. L’arrivo di nuove piattaforme cross-border di sviluppo e gestione in Italia contribuirà ad aumentare notevolmente la disponibilità di posti letto migliorando contemporaneamente l’esperienza dell’utilizzatore finale e la qualità di prodotto disponibile e, in parallelo, incrementando l’efficienza del prodotto immobiliare per gli investitori finali.