Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui, arriva l'aiutino per le giovani coppie "precarie"

Autore: team

Sarà operativo dal mese di settembre il fondo di garanzia di 50 milioni di euro destinato alle giovani coppie con contratti precari. Per loro una facilitazione dell'accesso al mutuo per l'acquisto della prima casa. Chi può accedere e come funziona?

Il fondo è nato dall'intesa fra il ministero della gioventù e l'abi ed è gestito da consap spa, con una dotazione di 50 milioni di euro. Accedendo al fondo, questo rilascia a banche ed intermediari finanziari garanzie a prima richiesta a copertura di un ammontare non superiore a 75 mila euro, costituito dal 50% della quota capitale dei mutui, degli interessi contrattuali calcolati in misura non superiore al tasso integrale e dei costi di recupero non superiori al 5% del capitale residuo

Chi è ammesso alla garanzia? i mutui non superiori a 200 mila euro per immobili adibiti ad abitazione principale non di lusso e non oltre i 90 mq. Ad accedere devono essere coppie giovani coniugate o nuclei familiari con unico genitore con figli minori che alla data di presentazione abbiano:

- Età inferiore a 35 anni

- Reddito isee non superiore a 35mila euro

- Non più del 50% del reddito complessivo imponibile ai fini irpef derivante da contratto a tempo indeterminato

- Non siano in possesso di altri immobili ad uso abitativo, salvo quelli acquisiti per successione

I tassi applicati ai mutui garantiti sono favorevoli: nel caso di mutui a tasso variabile non possono essere superiori all'euribor +150 punti base per durate uguali o superiori a 20 anni, o l'euribor +120 punti base per durate inferiori. Nel caso del tasso fisso, invece, non possono essere superiori all'irs +150 punti base per durate uguali o superiori a 20 anni, o all'irs +120 punti base per durate inferiori

Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail